PIANETARBERESH

Discussione libera in libero mondo

lunedì 8 settembre 2008

Il turismo a Civita

Un nostro lettore ha dissertato sul concetto di turismo e sulle ricadute a Civita.
Ebbene non è assolutamente vero che solo l’1 % vive di turismo a Civita.
Solo chi è fortemente “miope” afferma ciò.
Una cosa è certa: l’onestà intellettuale sicuramente non alberga nell’animo del nostro lettore.
I dati la dicono lunga.
A Civita ci sono diecine di persone che vivono di turismo.
Molti di questi sono direttamente dipendenti, nel senso che il loro reddito è esclusivamente di provenienza turistica; altri ne ricevono benefici di riflesso e ne costituiscono una forte integrazione al proprio reddito.
Un esempio per tutti: la nostra superguida per eccellenza vive esclusivamente di turismo.
I nostri albergatori vivono esclusivamente di turismo.
Il personale che lavora nei locali vive esclusivamente di turismo.
Gli alimentari vivono di turismo come forte integrazione al proprio reddito.
I tabaccai vivono di turismo come forte integrazione al proprio reddito.
I baristi vivono di turismo come forte integrazione al proprio reddito.
Il venditore di souvenir (ci sarebbe mai stato uno se non ci fosse della presenza turistica a Civita?) vive di turismo come forte integrazione al proprio reddito.
Il venditore di pomodori vive di turismo come forte integrazione al proprio reddito.
L’edicolante vive di turismo come integrazione al proprio reddito solo se la permanenza del turista nel paese supera le ventiquattro ore.
L’anno passato sono “transitati” per Civita circa diecimila persone: in media hanno speso cinque euro a testa che si sono spalmati sulla comunità (avrà preso un caffè, comprato un giornale, un gelato, un chilogrammo di pomodori, due frese e una birra?).
Questo non è vivere di turismo?
La nascita di numerosi B&B è certamente un buon segno. È turismo per tutti. Sfrutta al massimo l’accoglienza per cui Civita è stata riconosciuta una leader in merito.
La nascita dei B&B, seppur supportati dai finanziamenti regionali, è sempre una iniziativa dal basso che mette in discussione la propria capacità imprenditoriale, la disponibilità a fare rete (nel mese di agosto raccontano i nostri collaboratori di una iniziativa meritoria del GAL che ha acquistato un camper che per tutto il periodo ha sostato nei posti strategici per promuovere e propagandare il territorio) e questo non vuol dire fare turismo?
La presenza dei nostri operatori turistici alla fiera dei parchi a Bari (vedi il post relativo su questo diario) non è sinonimo di “possesso” di una certa cultura turistica?
È ovvio che la comunità ha incominciato da tempo a “seminare” turismo; prima o poi si raccoglieranno i frutti. Su questo non vi è dubbio. L’unico dubbio può venire nella disponibilità a lavorare in questo settore da parte di molti civitesi.
È già triste che in uno dei ristoranti vi è personale straniero. Vuol dire che i civitesi non hanno molta voglia di lavorare. Questo sicuramente è un handicap.
Infine, i numerosi articoli che le maggiori testate giornalistiche hanno dedicato a Civita la dicono lunga sulle potenzialità del nostro territorio a fare turismo.
Il pienone delle strutture nel mese di agosto è anche questo un sinonimo di grande richiesta.
Il problema rimane per il resto dell’anno in quanto gli operatori turistici sono abbandonati a se stessi e quindi se vogliono fare promozione devono mettere mano al portafoglio (di per se non è una cosa cattiva) dato che gli enti pubblici – se si esclude il GAL – sono latitanti e sordi a qualsiasi sollecito.
In questo caso i risultati sono lunghi a venire ma state pur certi che arriveranno.
In ultimo – uno dei nostri collaboratori ha riferito che una squadra del Cosenza calcio ha soggiornato a Civita per una intera settimana. Questo venti anni fa chi se lo sarebbe mai sognato?
Questo non è turismo?
Infine, il nostro “miope” ed anonimo scrittore dove vive?
Abbiamo l’impressione che non abiti a Civita.
E ancora. Quale altra ricetta ha per far sopravvivere la nostra comunità fuori dal turismo?

18 commenti:

Un turista ha detto...

Salve, è possibile avere delle informazioni su fonti documentate della presenza turistica a Civita per gli anni 2005 2006 2007?
Grazie di cuore.

Anonimo ha detto...

E sulle precipitazioni meterologiche in mm no? non sarebbe interessante sapere sotto quale amminimistrazione è piovuto di più ?

Anonimo ha detto...

Mi perdoni, ma il dato statistico chiesto, dovrebbe essere interessante per un comune che basa la propria economia sul turismo. inoltre per sapere le presenze nel periodo si potrebbe e dovrebbe fare una conta sui registri di PS dei vari B&B.Così almeno sapremo quanti hanno scelto Civita per un soggiorno.
Per quanto alle informazioni meteo basta chiedere a Vittorino o Simentino.

Il turista di prima ha detto...

Siete molto gentili ed educati in questo blog..... spero non siate un campione rappresentativo dell'intera comunità.
Comunque grazie

Anonimo ha detto...

Assolutamente no caro turista, fanno parte della grande lista di scansafatiche e mammoni che purtroppo questo paese ha la sfortuna di avere....
Faranno la fine che si meritano tranquillo!

Anonimo ha detto...

caro turista quando dico che i dati statistici per un comune che basa la propria economia sul turismo sono necessari, non scherzavo, e rispondevo ironicamente a chi faceva dello spirito sciocco sul meteo rimandandoLi ai meteorologhi ufficiali del sindaco.
Mi perdoni se mi sono fatto fraintendere.
In quanto a maleducazione e deficenza concordo con Lei, non ci facciamo mancare proprio niente.
Grazie per avere visitato Civita e l'area del Pollino e mi scuso fin d'ora se abbiamo mancato in ospitalità ed efficenza, da parte di tutta la comunità.
P.S. Tengo a precisare che non rappresento nessuno e nessuna istituzione se non me stesso in quanto Civitese. Grazie ancora

meteorologo ha detto...

Invece lei rappresenta quello che Platone e Aristole indicavano con demagogia. Se lei fosse Stato realmente un turista non avrebbe avuto timore a firmarsi e non avrebbe chiesto informazioni relative ad un periodo representante amministrativo ben definita.
Per un accurata analisi :

Verifichi se il dato è in linea con l'andamento nazionale
Chida informazioni degl anni pregressi dove le strutture ricettive erano un duopolio.
Chieda anche agli "incaricati istat" del museo.
Per quanto riguarda la gentilezza e l'educazione sono molto rappresentavi quelli che definiscono chi li mette in ridicolo "scansafatiche, mammoni, maleducati e deficenti.

Firmati poi vediamo chi fà ( o ha gia fatto )la fine che merita.

meteorologo ha detto...

a dimendicavo.

http://www.youtube.com/watch?v=7J4GMY6I9x4

Il turista che chiede informazioni ha detto...

Mi chiamo Andrea Bruni (andrea.bruni@des.de) sono di Viterbo e ho visitato Civita (per un solo giorno purtroppo) il 13/08/08, mi è sembrato un bel posto e trovando sul web questo blog mi sono chiesto se fosse abbastanza visitato, non so che amministrazione ci sia e non mi interessa, non volevo sollevare un vespaio ho chiesto solo delle informazioni. Ho l'impressione che a dispetto del posto la gente sia un tantino nervosa.
Mea culpa non chiederò più informazioni, non vorrei essere aggredito (ancora) verbalmente e non solo.

meteorologo ha detto...

a meno che tu non ti faccia domande e risposte l'agressione non era riferita a te.

marioloconte ha detto...

Salve sono Mario Loconte e vengo da Lecce, anch'io ho visitato Civita ed ho soggiornato in uno dei B&B presenti sul posto.
Il posto che dire .......meraviglioso, la gente ...........un po meno, viso anche come è stato attaccato un mio collega turistico.
Se volete essere una comunità turistica imparate ad ospitare degnamente chi ci viene e non fatevi la guerra tra di voi non serve a niente.

SEMPRE CIVITESE ha detto...

Sono un civitese che per motivi di lavoro sono dovuto andare via da Civita, scausalmente mi sono imbattuto su questo blog e la cosa che mi ha più colpito leggendo i vari post è come mai Civita negli ultimi anni si sta sempre di più spegnendo sotto ogni aspetto...................
Civita detiene la porta sud del parco del pollino, ha il ponte del diavolo insieme alle gole, è il paese dei comignoli, ha il museo, è a pochi passi sia dal mare che dalla montagna ed allora unendo tutte queste cose sfido chiunque a dire che Civita non può essere un paese turistico e che la gente che ci crede possa vivere con esso.
Ho visto sulla rete diverse strutture ricettive di Civita, questo non dovrebbe fare altro che piacere a tutta la comunità che vive e che non vive a Civita. E' inutile criticare come si fa sempre su ogni iniziativa è proprio questo che fa male al paese. Invece di criticare proponete miglioamenti ed iniziative della comunità. Con un pò di buona volontà SI PUò FARE

Anonimo ha detto...

vergognatevi ! civitesi (una piccola fetta spero) vi fate risonoscere pure sul web. maleducati e saccenti, avete fatto proprio una bella figura con i visitatori/turisti.
cercate di divertirvi in maniera sana e non mangiate pesante.

Anonimo ha detto...

chu può faccia la cortesi di eliminare il titolo di questo post perchè salta fuori subito a chiunque sul web cerchi notizie su Civita e non facciamo una bella figura.
A nome di tutti coloro che amano il proprio paese.

Anonimo ha detto...

Ecco anche e soprattutto cos'è Civita. A tutti gli scettici di questo blog su Civita paese turistico.



http://rete.comuni-italiani.it/blog/00508


http://rete.comuni-italiani.it/blog/002571

meteorologo ha detto...

Scusa Andrea
Bravo SEMPRE CIVITESE

Io mi sono adirato per la frase:

"Assolutamente no caro turista, fanno parte della grande lista di scansafatiche e mammoni che purtroppo questo paese ha la sfortuna di avere....
Faranno la fine che si meritano tranquillo!"

Come faccio ad attaccare un turita se sono convinto che non lo é?

Intanto voi moralisti che impastate buon senso e luoghi comuni, valori in disuso e ramanzine da vecchio babbione prendete lezzioni di cività dai leccesi.

http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/cronaca/vitaprovincia/vitaprovincia/vitaprovincia.html

http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=9946

Aspettando i post dei turisti Rossi Mario e Pallino Pinco mi chiedo se il modo di divertirsi in maniera sana è quello di stare in internet alle 02:29 del mattino?

Viva la Carfagna.....

Anonimo ha detto...

ww.repubblica.it/2005/l/sezioni/cronaca/
vitaprovincia/vitaprovincia/
vitaprovincia.html

ExA - educare per l'ambiente ha detto...

A Civita secondo i dati turistici 2007 ci sono 7 esercizi turistici complementari: case per vacanze, agriturismi, ostelli della gioventù, rifugi montani, b&b, per un totale di 76 posti letto. Inoltre è classificata anche la presenza di un albergo (1 stella con complessivi 25 posti letto.
I turisti che hanno usufruito delle strutture ricettive extralberghiere di Civita nel 2007 sono stati complessivamente: per gli arrivi 1.158 mentre per le presenze 2.239; per le strutture alberghiere il dato del 2007 è accorpato a Frascineto e sono pari a 93 e 154 (arrivi e presenze)*.
Una comparazione: nel 2005 i flussi turistici nelle strutture extralberghiere di Civita erano pari a 699 per gli arrivi e 1.430 per le presenze; nel 2006 i flussi erano pari a 687 per gli arrivi e 1.593 per le presenze.
Cosa ne pensate … c’è una crescita del turismo civitese? E questo turismo porta sviluppo economico? Io concordo in molte parti i contenuti della riflessione proposta dal Maestro.
* dati ufficiali tratti da fonte APT – Assessorato al Turismo, Provincia di Cosenza – elaborazione progetto carta turismo sostenibile GAL Pollino Sviluppo a cura della SILVA soc. coop. (a breve saranno oggetto di pubblicazione)