PIANETARBERESH

Discussione libera in libero mondo

giovedì 17 luglio 2008

Da un mantello ...


Un'altra occasione mancata per la nostra comunità.
Di cosa si tratta? Presto detto: sono stati ultimati i lavori dell’edicola dedicata a Padre Pio da Pietralcina. Della serie: da un mantello è venuto fuori … un cappello.
Dai bellissimi disegni dell’arch. Barone, si è passati allo schizzo di un … geometra (senza nulla togliere alla categoria) di gran lunga più scadente, semplicistico, poco pratico e altrettanto poco fine.
Il risultato è davanti agli occhi di tutti.
Una vera e propria bruttura da radere al suolo.
Non parliamo poi del mosaico… che del Santo ha poco o niente.
E tutto perché il denaro raccolto dal comitato non era sufficiente per realizzare quanto pensato dall’arch. Barone, si è voluto costruire lo stesso l’opera con i fondi disponibili.
Infine, una considerazione di ordine morale: abbiamo chiesto nei paesi viciniori che hanno avuto lo stesso problema come hanno affrontato il discorso economico. Il risultato di questo giro di telefonate ha confermato quello che pensavamo: quando si crea un comitato di devoti verso una figura si mette in moto un meccanismo che si può sintetizzare in sei fasi:
Incarico ad un progettista per elaborare in modo tecnico l’idea che il comitato ha in testa
quantificare i costi
avviare la questua nella comunità
rimpinguare la cassa per colmare il deficit tra il ricavato e il costo previsto dal tecnico
trovare un sito
costruire l’opera.

Nel nostro caso dove è cascato l’asino? Ovviamente sul punto 4. il comitato di devoti non ha rimpinguato la cassa e allora da un mantello e venuto fuori … un cappello.
Interpretando il pensiero del Santo da Pietralcina … sempre molto restio a questo tipo di opere (per lui era meglio donare il ricavato all’ospedale , piuttosto che spenderli in questo modo) siamo profondamente convinti che si è trattato di un’altra occasione mancata per la nostra comunità.

22 commenti:

Antonio Massaro ha detto...

Dai non fare cosi', anche io se avessi dato un contributo di 100 euro come hai fatto tu, avrei voluto qualcosa di piu' bello..., ma visto che non l'ho fatto mi faccio piacere anche questo!!!!!
Era una battuta, so' benissimo che tu preferisci fare opere di bene direttamnte piuttosto che finanziare il progetto di un gruppo di devoti!!
Dopo vorrei sapere, a che titolo parli di BRUTTURA, dopo che il progetto è stato approvato sia dalla Sovrintendenza ai beni Culturali che dall'ufficio tecnico di Civita? Pensi di saperne piu' di loro?
Maestro sei un'artista!!

Antonio Massaro ha detto...

Sono sicuro che domani in cosiglio la minoranza chiederà spiegazioni ehehehe!!

Anonimo ha detto...

Se veramente parliamo di obrobbi che rovinano il paesaggio allora dovremmo fare un giro nelle vicinanze della fontana di mezzo.
In quella zona esiste un comignolo storico, costituito da una canna fumaria in acciaio zincato che si erige maestoso in mezzo ai vicoletti del centro storico.
Chiedo a qualcuno di voi se conosce il nome del progettista di tale bruttura. Chiedo inoltre l'abbattimento di tale ecomostro.

Antonio Massaro ha detto...

Se non si tratta di un'opera abusiva, l'ufficio tecnico potrà darti tutti i chiarimenti necessari, non aver paura di esporti, vai dal Geom. Corrado, lui saprà darti nomi e cognomi di tecnici ed imprese.
Ps. questi interventi sono sciocchi.. ma con che coraggio ti siedi a scrivere queste cose?
Non hai neanche il coraggio di firmare un commento cosi puerile.. vergogna!
Sono felice di essere andato via, con questi soldati guerre non se ne vincono......

Eric Arthur Blair ha detto...

.....ma quante cose succedono in questo meraviglioso paesino, non vi annoiate mai, l'ho anche visitato una volta, ho visto solo facce che espimevano grande intelligenza, siete una comunità molto attiva costituita da gente che riesce (unica nel suo genere) a fare dei collegamenti tra una statua ad un santo o un comignolo malmesso ai problemi di livello nazionale o internazionale (ho sentito cantare le lodi del governo rumeno)ma non esagerate che se qualcuno oltre me vi legge poi vi tocca fare i ministri o andare nella amata romania post Causescu.

Anonimo ha detto...

Caro massaro mi dispiace ma non hai capito a chi mi riferivo.
Quando uno critica tutto e tutti dovrebbe farsi inanzitutto un esame di coscienza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Antonio Massaro ha detto...

Se criticate in questo modo , senza avere il coraggio di dare riferimenti precisi, cosa vi aspettate dalla comunità virtuale?
Ancora nessuno ha avuto il coraggio di firmare i commenti se non con pseudo nomi svizzeri o rumeni!!
La piazza civitese rispecchia perfettamente l'andazzo regionale, tutti si lamentano, ma aspettano che siano gli altri ad andare avanti nelle battaglie!!

Antonio Massaro ha detto...

Eric arthur blair sarà Inglese!!

Antonio Massaro ha detto...

Per il sig. Maestro Blair,
noi non esageriamo, riportiamo quello che ogni giorno leggiamo sui piu' famosi quotidiani nazionali e ascoltiamo su tutti i TG!
Sicuramente non abbiamo paura di possibili ritorsioni politiche, anzi, se saremo costretti ad emigrare al contrario cioè verso la Romania, che ben venga!!
La Romania é già meta di "esilio forzato" per tanti nostri pensionati che, con quella misera pensione, in Italia non possono sopravvivere, lo diventerà anche per tanti giovani meridionali, rigorosamente laureati, che non trovando spazio in Italia andranno li a lavorare e fare politica!!

Sir Eric Arthur Blair ha detto...

....hai ragione Antonio il nome è inglese (fai parte delle persone con le facce intelligenti che ho visto nel tuo paesino) se fai una piccola ricerca capirai che il nome non è solo un nome inglese ma è anche importante, capirai inoltre chi sono i tuoi interlocutori ma soprattutto capirai chi sei tu.

Antonio Massaro ha detto...

"c’erano nella ciurma del vascello quattro marinai incaricati timonieri che Eric ammirava “come esseri divini uguali in tutti agli ufficiali”.
Grazie sono sicuro che ti riferivi a questo episodio.

Antonio Massaro ha detto...

Dalla fredda tastiera del pc, continua a fuoriuscire una fragranza inconfondibile, Stefania ci segue ed interviene... ma in segreto.. (commento n 3?)
Sto arrivando ... coraggioso popolo civitese..!!!!

Sir eric arthur bair ha detto...

No a questo:
....«Compagni» disse «ecco un punto che deve essere chiarito. Le creature selvatiche come i topi e i conigli sono nostri amici o nostri nemici? Mettiamo la questione ai voti. Propongo all'assemblea il seguente quesito: i topi sono compagni?» La votazione fu rapida e con stragrande maggioranza si stabilì che i topi erano compagni. Vi furono solo quattro dissenzienti: i tre cani e il gatto, il quale, come si scoprì poi, aveva però votato per ambo le parti......

Antonio Massaro ha detto...

Allora il ruolo del Gatto é sicuramnte il mio, in questo periodo.....

Antonio Massaro ha detto...

"Sconfiggere il nemico senza combattere è la massima abilità"
Tratto dal "Manuale Cencelli" di Antonio Massaro

Antonio Massaro ha detto...

E finalmente si parte..!!!!
Il Gatto Massaro stà per rientrare nel suo adorato "loscio"!!!
Miaoooooooooooooooo!!

Anonimo ha detto...

Tengo a precisare che firmo sempre i miei interventi, non avrei motivo per non farlo.
Solo perchè "qualcuno" interviene in questo blog con una grammatica qualitativamente perfetta senza firmarsi, si pensa che sia io! Ringrazio Massaro per l'alta considerazione, ma eventualmente esistono persone, oltre me, in possesso della grammatica italiana.
Su Le brutture architettoniche di Civita, purtroppo questo è un argomento delicatissimo che presenta non poche controversie.
Se ci sono regole allora a queste ci si deve attenere, ma finchè nessuno vorrà designarne (e ciò è possibile solo se c'è una volontà comune, di maggioranza, intendo) allora vige l'anarchia e i risultati sono quelli che vedete.
Mi fa piacere che ancora riusciate a distinguere tra il bello e il brutto, tra un paesaggio di qualità ed uno senza qualità; è già qualcosa da cui partire per contribuire al cambiamento.
Vi consiglio di continuare su questa scia, di fotografare simili "ferite" al paesaggio urbano, di farne un dossier ed infine portarlo a conoscenza di quanti se ne infischiano della qualità architettonica di Civita.
Vi ricordo che il Turismo è attratto da luoghi di qualità e vi ricordo che il turismo incide sul prodotto interno lordo italiano del c.ca 70%. Turismo=Economia=Sviluppo!

Stefania Emmanuele

Anonimo ha detto...

Gentile Dott.ssa Emmanuele non esageriamo, e se dobbiamo proprio farlo, meglio non fare riferimento a numeri o ad equazioni, Lei fà politica, si esprima allora con il linguaggio ambiguo della politica così avrà certamente sempre ragione. I numeri e le equazioni lasciano poco spazio alle interpretazioni e si rischia di fare figuracce.
Un suo sostenitore.

Antonio Massaro ha detto...

Cara Dottoressa,
nonostante i problemi di connessione, non ho resistito ad aprire la pagina del blog anche da Civita.
Esistono delle regole anche nel nostro piccolo comune,la mancata applicazione del federalismo ci impone infatti di rifarci a quelle che sono le leggi nazionali in materia di salvaguardia del territorio.
Ma tante volte queste regole vengono aggirate da chi, per motivi strettamente politici e non economici, preferisce non applicarle.
Quando parli di maggioranza, tutti noi vorremmo sapere se ti rivolgi a quella presente in consiglio comunale( che continua a permettere tanto abusivismo edilizio) e della quale tu stessa fai parte o alla maggioranza dei cittadini, nel secondo caso saprai benissimo che con il voto i cittadini hanno delegato te affinché risolva questi problemi.
Ho fatto soltanto un giro in piazza ma ti assicuro che parlano tutti bene di una possibile tua candidatura!!

Anonimo ha detto...

Lasciamo stare le possibili candidature, pensiamo a portare a termine, per il tempo concesso (appena un anno), almeno qualche punto del programma amministrativo. Caro Massaro, tu che ora intervieni e sollevi querelle, cosa facevi prima in Comune? Perdona la provocazione, ma ne ho davvero troppo di parole e promesse; il risultato è che qui ad avere a cuore il paese si è davvero in pochi. Non penso ad una mia candidatura, sono scoraggiata e amareggiata. Non è una persona che può cambiare lo stato di cose, ma solo un gruppo che condivide gli stessi obiettivi, e sul gruppo, ho seri dubbi che potrà mai esserci. Fino ad ora ho visto solo una sfilata di persone pronte ad occupare poltrone e a far valere propri interessi personali (o di famiglia). Personalmente, il mio unico impegno sarà quello di portare a termine ciò che ho iniziato. Forse mi armerò di guanti e buste per andare a togliere un pò di spazzatura nel paese. Siamo tutti bravi a parlare, ma nei fatti tutti spariscono.

Stefania Emmanuele

Antonio Massaro ha detto...

Cara Stefania,
su quello che io ho fatto durante i tre anni di permanenza in comune potrei scrivere un bel po', ma non ci tengo ad auto esultarmi...
Purtroppo ognuno di noi ha delle caratteristiche diverse, io per esempio non sono preparato per affrontare tematiche molto impegnative, penso di essere uno pratico.
A differenza di tanti , ho avuto il coraggio e la capacità di intercettare non pochi finanziamenti pubblici (ma l'unico a sapere chi si é impegnato in questo senso, é il Sindaco, voi Catanzaro e Cosenza non le conoscete),dall'acquedotto ,alla strada S. Stefano ,dal Progetto del Pit,,e per ultimo la bonifica della discarica 25.000,00 euro ottenuti non grazie a tessere di partito ma per interessamento personale( se vuoi chiama la segreteria dell'ex Tommasi).
Per quanto riguarda gli interessi di famiglia hai ragione, quello maggiormente indicato per svolgere questo ruolo in partenza ero io, ma forse a differenza vostra ho saputo ben gestire la mia "incompatibilità" a costo di litigare con la mia famiglia (in altri tempi mio padre avrebbe partecipato a tutte le gare bandite), su tanti altri non si puo' dire lo stesso (si mormora di assessori delegati agli affari del museo, altri all'inserimento delle mogli, consiglieri che elargiscono fondi ai parenti, graduatorie fittizie ecc.ecc.).
Quello che é mancato, e io l'ho sempre proposto é stato quello di formare dei gruppi all'interno della maggioranza,tali da portare aventi con la forza dei numeri le nostre ormai fantomatiche riforme.
Il Sindaco é praticamente solo, dopo quattro anni é ancora costretto a fare da paciere tra te e il gruppo della margherita senza petali ,per beghe che hanno dell'assurdo, forse davvero é ora che si capisca che fare politica non é cosi facile come pensate!!
Spero tanto che il Sindaco riesca a formare una lista di persone capaci e che amano la politica, che fanno parte di partiti politici e ambiziose, voi forse dovete dedicarvi ad altro.

Anonimo ha detto...

Ahhaahh Massaro Massaro!
Sui 25mila euro per la discarica mi spiace contraddirti ma sono stati ottenuti grazie ad una mia affiliazione al partito dei Verdi (puoi chiedere al Sindaco, lui sa!). Ma non ho brame di promozione politica; ciò che conta sono i fatti e lo stato di "benessere" di cui la comunità gode.
La fantomatica carriera politica non ha mai prodotto visibili risultati a questa comunità che ha piuttosto bisogno di persone oneste e pure, non siamo a Roma.
Per quanto riguarda gli affari del Museo, non me ne sono mai occupata, non hanno bisogno di me, hanno un curriculum di 40anni di attività culturale e questo li garantisce a fronte di qualsiasi candidatura a bandi regionali o ministeriali. Noto che sei sempre pronto a tirar fuori il veleno che ti denota. Provochi ma non accogli le provocazioni. Candidati pure, il popolo è abbastanza cosciente da fare le sue scelte giuste e mirate. Per quel che mi riguarda, sono ciò che si vede; ho sempre agito alla luce del sole, me lo ha insegnato il mio caro nonno prima ancora di mio padre e non di certo proprio ora, in questo contraddittorio momento politico, mi lascerò convincere che la politica è cosa losca.
E con questo chiudo, ora sei a Civita, possiamo confrontarci di persona. Poi se ti interessa fare campagna politica online, fà pure, non è la politica virtuale quella che mi si confà.
Prima di tutto un cittadino, poi amministratore.
Stefania Emmanuele