PIANETARBERESH

Discussione libera in libero mondo

lunedì 2 marzo 2009

Lo sgarbi nostrano

Quello che sta accadendo in questi giorni è l’esatta prova che la nostra comunità sa risorgere all’occorrenza.
Forse è merito di Peppino Marchese che per gioco ha lanciato la sua candidatura a primo cittadino di Civita ed ora si trova – suo malgrado – a governare una macchina che ha avuto il pregio di “svegliare” la comunità.
Forse è anche merito dell’attuale “consiliatura” che non ha soddisfatto le aspettative della gente.
Contrariamente a quando sostiene l’ex vicesindaco dalla Svizzera , se è vero che l’elenco delle opere e dei progetti cantierizzati o inviati sui rispettivi percorsi per il finanziamento sono tanti è altrettanto vero che la comunità non né percepisce l’esistenza.
Non compete a noi farne l’elenco.
A noi compete l’analisi dei risultati della cantierizzazione di tutte queste opere.
E Civita – con tutte queste fantomatiche opere – non ha avuto quell’impennata in avanti che tutti si aspettavano. L’onda lunga di craxiana memoria nella nostra comunità non ha sortito alcun effetto.
Civita ha fior di giornalisti che non sono mai stati convocati in conferenza stampa dal primo cittadino e dai suoi collaboratori per renderli edotti sulla attività amministrativa e soprattutto sulle prospettive che la loro guida si proponeva di dare alla comunità.
Solo il superassessore pare che soffra di “incontinenza giornalistica” ed ha invaso con comunicati stampa tutti i giornali locali “amici” per informare delle numerose attività legate alla istituzione dell’ecomuseo del Raganello. Poco importa se ancora sono in pochi a sapere di cosa si tratta. Lei continua imperterrita a fare convegni nel suo museo con grandi “eminenze grigie” per portare avanti un progetto che la comunità non sente suo.
È un chiaro schiribizzo del nostro superassessore.
Poi non tanto un gioco perché questo progetto ha permesso al nostro superassessore di gestire fior di quattrini con finti corsi per guide, mappature della comunità e quant’altro.
Una cosa è certa: Civita di questo progetto non ha avuto ancora nessun beneficio. Le strutture alberghiere hanno ospitato qualche cantante e qualche professore universitario italiano e straniero … ma i comuni mortali di questo denaro non ne hanno visto nemmeno il becco di un quattrino.
A parte questa “novità” in cinque anni di amministrazione Blois il comune e regredito all’ultimo posto nella graduatoria degli enti capaci di risolvere i problemi e le aspettative più comuni delle popolazioni amministrate.
Cinque anni per mettere a posto una palestra eredita da altri.
Cinque anni per mettere a posto il polifunzionale “Rocca di Kruja” o come lo chiama il nostro superguida “Rocca di Skanderbeg”: a proposito come si intitola veramente questo falso complesso architettonico?
Neppure questo è riuscito a stabilire in cinque anni questa amministrazione.
Non risulta nessuna delibera o atto amministrativo che si rifà al nome della struttura.
Ma questo è uno dei tanti problemi irrisolti come la toponomastica, la filanda (che abbiamo appreso che si inaugurerà a giorni ancora una volta), lo sportello linguistico, la viabilità interna e di campagna ridotta ad un colabrodo e la raccolta differenziata che finalmente è partita ma non si sa fino a quando …
E questo me lo chiamate buona amministrazione?
Per piacere!!!!
Finalmente è arrivato Peppino.
Peppino come tutti sanno in passato si è speso molto per Civita.
Poi le circostanze della vita lo hanno portato a lavorare fuori ma in paese non perde occasione per tornare.
Noi non siamo ancora convinti che non si tratti di uno scherzo.
Non conosciamo Peppino perché è di una generazione diversa dalla nostra.
Siamo però convinti che la sua esperienza di manager, di gestore delle risorse umane in importanti multinazionali sia un ottimo bagaglio per “tenere a bada” i vari volponi che si sono subito messi alle sue costole.
Infatti, la dice lunga la presenta costante in paese del pirilliano con moglie e seguito.
Tuttavia il nostro primo cittadino deve risiedere in paese.
Civita non è un feudo che si può amministrare da lontano o per delega.
Ne abbiamo avuto già una triste esperienza.
Al caro Peppino, non fosse altro che per il fatto di provarci e smentire la certezza che Civita non ha altri candidati che l’attuale primo cittadino, noi non possiamo che fargli i migliori auguri per questa avventura.
Certi che se verrà eletto (ed ha buone probabilità) saprà essere lo Sgarbi civitese e si circonderà di ottimi collaboratori che non hanno nulla da spartire con gli amministratori né attuali e ne passati.
Buona fortuna!

162 commenti:

Anonimo ha detto...

ci piacerebbe conosceredi quale fior di giornalisti parla l'erudito maestro,se gli articoli apparsi su Civita vengono firmati sempre o dal superassessore o dalla guida ufficiale del parco?

Anonimo ha detto...

il ciarlatano blaterablatera e delle tante parole appena un 2% può essere attendibile.
Attento ciarlatano che ti becchi una bella lezione!

Anonimo ha detto...

Caro maestro ho visto il sondaggio che hai proposto, potevi aggiungere qualcun altro della famiglia Ventimiglia-Armentano, non so ... genitori, figli, fratelli, nipoti, consanguinei vari cosi la gente aveva una più vasta scelta.

Anonimo ha detto...

Come al solito c'è qualcuno che si diverte a drogare i sondaggi.
Maestro ma perchè non rinunci almeno a proporre sondaggi?
Lo sai che ogni volta si organizzano le "comare del voto" che ne scelgono uno e lo votano fino a quando non si rompe il tasto del mouse.
Che valore hanno?
Per caso sei daccordo anche tu con le comare? Non so chiedo...

Anonimo ha detto...

Se si AVVERASSE la candidatura di Peppino Marchese finalmente Civita potrebbe respirare, o meglio, il Palazzo Comunale, un pò di aria fresca e porre fine a quell'oscurantismo politico che per anni ha reso subdoli e quasi ciechi completamente quella parte di CIVITESI che rassegnati osservavano il lento avanzare del degrado più assoluto! AUGURI e AD MAIORA1

Anonimo ha detto...

http://www.studenti.it/lavoro/imprenditoriagiovanile/concorso2009.php

anon ha detto...

Perchè la comunità civitese si ferma a quattro soli candidati a sindaco e non cerca invece di coinvolgere, per davvero tentare un rilancio, personaggi che, civitesi doc, hanno saputo dimostrare le loro capacità di amministratori in Enti più grandi? (Provincia di Napoli)
Chiaramente mi riferisco al paesano Beniamino "Luca" Stamati.

Anonimo ha detto...

ma tu sì pazz!!!! u' sai quanna munnezz!!!! ahahahahaha

Anonimo ha detto...

La "monnezza" lasciamola a Napoli ,invece un monito ai giovani affinchè si rimbocchino le maniche e comincino a lavorare alacremente per la crescita culturale ,politica e sociale della comunità dove hanno scelto di vivere.

Anonimo ha detto...

Chiedo scusa , se la monnezza la dobbiamo lasciare a Napoli ,che ce ne facciamo del panettone Milanese oramai fuori stagione?

Anonimo ha detto...

Bando alle chiacchiere ,secondo me il futuro Sindaco deve dimorare stabilmente a Civita e svolgere a tempo pieno questo ruolo di importanza strategica.

Anonimo ha detto...

Benvengano anche i Sindaci da fuori ,purchè lavorino per il bene del nostro paese.Che ce ne facciamo di un Sindaco che dimora stabilmente in paese e che divora (dilapida-distrugge-annienta) tutto quello che di buono è stato fatto in questi ultimi decenni di vita amministrativa civitese?

Anonimo ha detto...

Che fine ha fatto Massaro?
Chi l'ha visto?
Dove è finita tutta la sua euforia e determinazione nel tessere le lodi a questa amministrazione?
Forse comincia a perdere il terreno sotto i piedi?
Forse è in pausa riflessione?

Antonio Massaro ha detto...

E' vero sono in pausa di riflessione,i movimenti e le riunioni segrete che in questi giorni si stanno verificando a Civita inducono a darsi una calmata e attendere che si schiarisca un po' il tempo prima di prendere decisioni,dalle telefonate ricevute ho intuito che la candidatura di Peppino é tutt'altro che uno scherzo e molti apprezzano il suo impegno in tal senso, comunque leggo con piacere i vostri commenti ma preferisco non intervenire almeno fino a quando non saranno tutti firmati.

Anonimo ha detto...

Adesso si chiedono che fine ha fatto Massaro...quando la quasi totalita'della gente che frequenta questo blog si nasconde dietro un puerile anonimato...Spero e gli consiglio vivamente di non rispondere ad attacchi e provocazioni anonime.....
GRANDE ANTONIO!!!!!

Anonimo ha detto...

L'anonimo che qui sopra CRITICA gli anonimi (MA LUI E' A SUA VOLTA ANONIMO) è un mito.
Ma non pensate male..lo fa per distinguersi! Sei troppo forte.

P.S. Perche non esci dall'anonimato invece di lodare il tuo amico Antonio che si firma mentre tu continui a nasconderti?

Anonimo ha detto...

Aspettiamo con ansia la squadra del mitico Peppino.....

Peppino Marchese ha detto...

Ringrazio di cuore i Civitesi per le manifestazioni di stima ed affetto ricevute in questi giorni, ringrazio il maestro per la fiducia e le belle parole, ringrazio gli attuali amministratori ed i candidati della nascente lista PD per avere compreso lo spirito della mia discesa in campo, e ribadisco come già ho in modo chiaro ed inequivocabile dichiarato nei post precedenti - CIVITA NON E' UN FEUDO -(parole mie), e che non ho mai pensato neanche per un attimo di amministrare per procura.
Se sarà, PEPPINO MARCHESE TORNERA' STABILMENTE E DA SUBITO A VIVERE A CIVITA. Sono certo che rilegendo anche i miei commenti precedenti ogni dubbio sarà definitivamente spazzato via.
GRAZIE
P.S. Per combattere le diseconomie ed ottimizzare i profitti, qui mi è stato insegnato che non si butta nulla, i Lombardi farciscono anche,purchè di buona fattura, i panettoni dopo il periodo natalizio e ne fanno dolci di grande qualità e prestigio.

CNN International ha detto...

Bill e Hillary secondi a Obama che di sicuro farà le scarpe a Bush che dovrà ritirarsi nel suo Ranch ed allevare Bovini.
Potrà comunque assumere Cow Boys disoccupati in cerca di lavoro per rilanciare seriamente l'economia.
No, le terre demaniali no, andatevi a cercare anche una nuova stalla, quella è dimora per umani le vacche grasse stanno dimagrendo siamo in recessione e quindi si ristabiliscono le regole. Addio

Anonimo ha detto...

Attenzione a Bill e Hillary ,sono due ossi duri che venderanno cara la pelle.

Anonimo ha detto...

Mi chiedo e mi domando perchè non si vuole cambiare? Perchè ci si ostina cosi tanto a voler ad ogni costo rimanere nelle propie convinzioni o meglio nelle "PROPRIE POSIZIONI".
Sarebbe ora di smetterla con i soliti commenti "PRIVI DI QUALSIASI CONTENUTO "ed alimentare una polemica dalla quale non si può trarre nessun giovamento se non altro per il piacere di aver lasciato sul BLOG lo scritto di qualche scemenza!Credetemi alcune manifestazioni , senza presunzione, vorrebero pur far ridere ,ma ti fanno rimpiangere il tempo sprecato ad averli letti!
Allora che ben vengano le novità, sappiamo apprezzarle,diamogli il giusto valore, aspettiamo e pensiamo una buona volta per tutte a ridare al nostro caro PAESELLO il meritato contenuto che negli ultimi decenni ha perso.Auguri e Buon Giorno davvero ad un' altro nuovo e splendido giorno!

Caterina ha detto...

Hai ragione, purtroppo il buon giorno si vede dal mattino. Sono comunque certa che Civita sia matura per un serio cambiamento, i paesani conoscono perfettamente le mire dei vecchi contendenti, e spero tanto come già successo in un passato remoto, scendano in piazza con orgoglio per riscattare la dignità che ci è sempre appartenuta.
Le Donne al fianco degli uomini in passato hanno difeso CIvita, dovrà succedere ancora. W le donne e non solo un giorno all'anno

Anonimo ha detto...

Ma come mai vincono sempre le solite persone?

Anonimo ha detto...

Forse perchè sono più capaci,non pensi?

Anonimo ha detto...

Se sono piu' capaci perchè non fanno un passo avanti?

Anonimo ha detto...

Molti nemici molto onore ,sapranno i nostri eroi districarsi in questo labirinto che cela molte trappole?

Anonimo ha detto...

evviva l'amministratore che ci porterà l'adsl, evviva l'amministratore che riporterà in auge le regole civili ovvero: parcheggi, convenzione con canili per evitare di infrangersi il cuore ogni volta vedendo povere bestie abbandonate o ammazzate, evviva l'amministratore che non si pavoneggerà per aver portato in comune dioverse migliaia di euro ma di averli spesi bene e che tutti lo possiamo percepire, evviva l'amministratore che ad ogni villetta nuova metterà un pò di arredo e verde (alberi, fontanelle, qualche gioco per i bambini e aiuole curate), evviva l'amministratore che darà a Civita e ai civitesi la possibilità di esprimersi.
EVVIVA PEPPINO MARCHESE!

una donna

Peppino Marchese candidato ha detto...

Cambiare la politica dal basso si può, con azioni concrete e progetti di buon senso.
Civita vive questioni di struggente attualità, soprattutto in momenti come questo.
La crisi che attanaglia il mondo impone a tutti noi di provare a trovare entrate alternative a quelli che sono stati i modelli di sviluppo che fin ora hanno governato il paese.
Non sono solo parole, partendo da un assunto, che non è vero che tutto và peggio.
In Italia ci sono situazioni e realtà, dove gli amministratori, con il governo del fare e di politiche positive a tutela e salvaguardia della comunità, hanno assunto dei modelli alternativi a quelli convenzionali, di sviluppo e di governance per migliorare la qualità della vita e del lavoro dei cittadini..
QUESTA SARA’ LA NOSTRA MISSIONE

Anonimo ha detto...

Peppino ,parla un pò più terra terra.

Amico ha detto...

...E ti prendono in giro se continui a cercarla
ma non darti per vinto perchè
chi ci ha già rinunciato e ti ride alle spalle
forse è ancora più pazzo di te...
l'isola che non c'è.

Anonimo ha detto...

Caro Peppino non ho letto nessun tuo commento riguardo al titolo del post originale del maestro, come persona di sinistra io avrei qualcosa da ridire se definito "Lo sgarbi nostrano" (forse anche se non fossi di sinistra). Ricordo che da ragazzo eri veramente di sinistra, quando la sinistra si riconosceva in valori importanti, ricordo anche discussioni molto accese su politica internazionale che a distanza di un quarto di secolo diventano di attualità (Vedi la politica di Reagan-Thatcher)ora scopro che sei felice di essere paragonato a un certo Sgarbi e che sei iscritto al PD, che delusione!!!!!!

Anonimo ha detto...

nostalgici di sinistra, quella sinistra che vi portate tra le rughe non esiste più, altri tempi e altre esigenze, oggi bisogna parlar chiaro e ancor di più fare bene e in fretta. Basta con le parole e i numeri, vogliamo i fatti !!!! Sapete cosa ha portato il nostro comune alla BIT???? Niente! a parte la prezzemolina in costume. Gli anziani, i prelievi a domicilio, la gita con gli anziani, estate con noi, villette senza senso, e poi????????????????
Fatecelo sapere se ci sfugge qualcosa.

me s' scucciat

Ripassati la storia........ ha detto...

Il ruolo dei cosiddetti riformisti, definiti dentro il PCI e il PSI "miglioristi" fu quello di agevolare a livello culturale e politico - nuovi quotidiani e periodici, nuovi modelli al cinema e in tivvu' - l'ascesa da liberismo alla Reagan e alla Thatcher con la semplice motivazione che alle condizioni date all'epoca, si difendevano, con il sistema liberista, molto meglio gli interessi dei lavoratori.

Oggi sappiamo che non e' stato cosi', ma negli anni '70 e '80 molti altri protagonisti condividevano, per ragioni diverse e opposte, la stessa strada verso il liberismo delle Multinazionali.

Gli estremisti di destra e la destra economica e finanziaria perche' questa parte faceva da sempre affari in modo cinico e barando, perche' odiavano i comunisti, anche se i lavoratori subivano gli stessi danni economici.

Inoltre perche' non condividevano la politica autonoma dagli Usa di Moro e Berlinguer e quella equidistante tra Israele i palestinesi e il mondo arabo.

Gli estremisti di sinistra e la sinistra economica, quella che poi fu definita dall'odontotecnico di Zagarolo, Ricucci, dei "furbetti del quartierino", odiavano Berlinguer perche' integerrimo e contrario allo scambio e alla collusione tra affari illegali e politica e Moro perche' agevolatore dalla andata dei comunisti al governo.

I terroristi rossi e neri puntavano al "tanto peggio tanto meglio" e quindi erano per il peggioramento delle condizioni di vita dalle quali, secondo le loro analisi, ne sarebbe scaturita una situazione rivoluzionaria!

Oggi possiamo definire, a ragione, vista l'assoluta mancanza di riforme favorevoli alle categorie popolari, vista la perdita di potere di acquisto dei lavoratori, e il peggioramento delle condizioni di vita generali in Italia e in tutta Europa che si trattava di "peggioristi" e non di "miglioristi"!

Anonimo ha detto...

mos harromi se. "nemo profeta in patria est"

????????????????????? ha detto...

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

SMEMORATO ha detto...

Vittorio Blois
Lino Manna
.............
Alfonso il napoletano
Tocci
.............
Aiutatemi a ricordare i dodici,
e la minoranza?
Chi erano?
Per cortesia qualcuno riesce a mettere insieme 12 nomi?
Io non me li ricordo.
Se possibile pubblicate il programma di cinque anni fà.
E poi questa supponenza, non intervenire mai sul blog, per dare conto,magari utilizzando il sito ufficiale del comune, ma chi si credono di essere i nuovi RE

10,100,1000 posti di lavoro! ha detto...

Il paese dell’INNOMINATA
Sarà questo a mio avviso, il futuro nome di Civita ,se non si darà vita sin da adesso ad una autentica rivoluzione e presa di posizione rispetto a certi personaggi che in questi giorni bussano alle nostre porte ed animano la piazza.Questi personaggi, frutto della rivisitazione in chiave moderna del romanzo Manzoniano,non sono altro che la brutta copia del peggior modo di fare politica dalla prima Repubblica ai giorni nostri.Infatti l’eco delle promesse e delle minacce di ritorsioni giunge fin qui’, a circa mille chilometri di distanza.Come si puo’ mi chiedo, dar ancora ascolto a questi personaggi? Come si puo’ lasciarsi umiliare in questa maniera? In situazioni di disagio sociale e precarietà del lavoro, gli innominati trovano terreno fertile,continuano a promettere posti di lavoro ai genitori di quei pochi ragazzi oramai presenti in paese,millantando le solite vicinanze politiche.Ormai tutti sappiamo che la pubblica amministrazione è satura di personale anzi, in molti casi in esubero ,e loro che fanno,promettono posti di lavoro e assunzioni presso enti statali o para-statali,ma anche se cosi’ non fosse, è in questo modo che si vogliono risollevare le sorti di Civita e della Calabria?Barattando un posto di lavoro,in molti casi precario, in cambio dell’eterno servilismo politico?Spero di no e mi auguro che sia la cittadinanza, che gli attuali attori della scena politica civitese sappiano prendere le giuste distanze da queste fattucchiere, ponendo definitivamente la parola fine alla loro “immaginaria” carriera politica, Civita non ha bisogno di questi personaggi, i Civitesi hanno già bocciato il loro modo di fare “politica” e spero che gli attuali candidati non si lascino influenzare dalle presunte “doti” di voti per tentare eventuali apparentamenti. E ,visto che l’attuale Sindaco è allergico al blog , la domanda la pongo all’altro candidato,l ‘OBAMA civitese: tu che hai vissuto in realtà molto differenti dalla nostra, cosa ne pensi di questo modo di fare politica? Nella tua Milano funziona cosi? Sei disposto ad intraprendere un percorso politico con personaggi del genere? Cosa cerchi nei tuoi alleati, voti o programmi e progetti?Come pensi di dare risposta al problema dello spopolamento?della disoccupazione?
Ora vi saluto,ma autorizzo chi condivide con me questo scritto, a pubblicarlo al solito angolo del pettegolezzo,previa sottoscrizione.
Antonio Massaro

Anonimo ha detto...

Massaro cerchi pubblicità o cosa?
A questo punto perche non chiedi la pubblicazione su Katundi? Ma dai! Salvo solo le domande finali anche se trite e ritrite come certa politica e certi personaggi. Quando ci sara un programma tutti lo leggeranno.
Per la prima parte meglio non commentare piena di luoghi comuni e accuse anonime (a chi? nel puro stile Civita) da vecchia politica e da parte di chi dice di volersene allontanare.
Insomma niente di nuovo a Civita..

Antonio Massaro ha detto...

Firmate i commenti se volete dare lezioni su come e su cosa si possono eprimere i propri pensieri... io non ho bisogno di pubblicità, nel bene e nel male.. non ho mai fatto parte del vostro mondo.. quello degli ANONIMI!!!
Poi riguardo al modo di fare politica.. che dire, tanti condividono il mio pensiero ma chissà come mai preferiscono non esporsi,solita strategia?voi volete rappresentare il cambiamento ma fino alla fine preferite non agitare le acque per non compromettere possibili alleanze?Pur di vincere le elezioni siete disposti a scendere a compromessi?Lo sapremo con la presentazione delle liste!!

Pinocchio dal paese dei Balocchi ha detto...

Poveri noi, siamo nel 2009 e ancora non abbiamo il coraggio di difendere pubblicamente le nostre opinioni per paura di offendere la commare o il vicino che ha pensieri diversi.
Però poi siamo capaci di piangerci addosso e criticare gli altri, nascondendo però la mano.
Non siamo più nel medioevo e neanche sotto i borboni, però scambiamo ancora il nostro consenso con la promessa di un posto che non arriverà mai, una flebo o la compilazione dei moduli per un sussidio.
Che ce ne frega, di ciò che succede ad un palmo dal nostro culo.
Che ci importa se rispetto al mondo noi arretriamo come il gambero,tanto siamo diventati più egoisti dei metropolitani.
Aspettiamo sempre che siano gli altri per primi a parlare, anche se non siamo d'accordo che l'acqua venga privatizzata, ci basta la risposta che siamo stati obbligati.
In altre regioni, centinaia di comuni hanno vinto la battaglia, a noi che importa, ci lamenteremo davanti alle bollette e ci chiederemo perchè è stato fatto.
Che ci importa se non vengono più rispettate le regole di civile convivenza o se i turisti improvvisati si fanno il bidèt nella fontana della pubblica piazza, però gli altri comuni fanno bene a vietare i bivacchi sui sagrati delle chiese e dei pubblici monumenti. Che ci importa se non riusciamo ad ospitare degnamente i Caravan con i servizi dovuti, tanto il giorno dopo ripartono. Che ci importa se abbiamo uno sportello Bancomat che non funziona, tanto è colpa della linea, ma tutti sanno perchè.(In estate per una quindicina di giorni a momenti alterni funziona, d’inverno per il freddo la linea si indebolisce) Che ci importa se alcuni amministratori raccontano di resistenze di altri assessori contro più soluzioni e proposte avanzate per l'ADSL,però immaginiamo il perchè. Che ci importa perdere prenotazioni di gente che vorrebbe soggiornare in paese anche durante periodi diversi da quelli estivi per motivi professionali, ma non lo fa perché non può connettersi degnamente a internet per lavoro, tanto i B&B non sono nostri.
Che ci importa se le sedie bianche del comune spariscono, e poi riappaiono dai locali di alcuni consiglieri dopo feste private. (Sono segnate col pennarello)
Che ci importa se qualche fogna arriva al fiume prima del depuratore. Che ci importa se assegnamo aree pubbliche o pubblici servizi che poi non funzionano e non sono fruibili. Che ci importa se i turisti si fanno male nelle gole, tanto da quasi 15 anni c'è un'ordinanza che ne vieta l'accesso, anche se poco visibile e sgualcita, noi abbiamo la coscienza apposto anzi si beccano anche la denuncia. Che importa se le auto violano un divieto di accesso, e transitano, strombazzando ai pochi corretti turisti a piedi, violentando la pace e l'aria dei nostri Tesori.(In altri paesi lo chiamano Ecomuseo) Che ci importa se uno dei punti di forza del nostro paese, viene umiliata, tanto sappiamo perchè è meglio utilizzarla come parcheggio selvaggio. Che ci importa se alcune zone del paese vengono trascurate, tanto non ci abitiamo noi. Che ci importa se dopo mesi spazziamo la Via d’ingresso al paese e buttiamo tutto dietro il muretto, tanto l'unico rischio è un incendio. Che ci importa completare degnamente la toponomastica tanto ci conosciamo tutti e sappiamo dove abitiamo.
Che ci importa dei cartelli che volevamo installare, se rispettando la volontà dei singoli non perdiamo qualche voto. Che ci importa se perdiamo l'opportunità per i LSU, tanto non ne abbiamo bisogno, abbiamo tanti dipendenti. Che ci importa di avere un segretario un geometra un vigile e un ragioniere, tanto sarebbero stipendi sprecati, e poi magari è più utile spendere queste carte al momento opportuno. Che ci importa di trovare un autista in paese, tanto è solo per un semestre. Che ci importa se i nostri dipendenti girano in vespa senza casco e senza coperture, tanto siamo tra noi. Che ci importa se ci sono attività irregolari o cantieri fuori norma, tanto qui non succede mai niente. Che ci importa se eludendo l’etica e la moralità si scambiano favori con le altre amministrazioni, tanto non ci tocca. Che ci importa se per affari personali la comunità viene privata di egregi e validi professionisti. Che ci importa se tra un po’ chiuderanno anche le scuole elementari, tanto le abbiamo nei paesi limitrofi. Che ci importa se ci sono voluti cinque anni per rendere agibile una palestra ereditata. Che ci importa se dopo un decennio il museo di archeologia industriale è ancora chiuso, non è colpa nostra. Che ci importa se alcune strade sono impercorribili tanto ci passano gli altri. Che ci importa partecipare ai consigli comunali e vedere le carte, tanto non cambia nulla. Che ci importa se la minoranza è stata assente, tanto torneranno a chiederci il voto. Che ci importa dare un’impronta arberesh al paese, se ci vergognamo di abitare in via Arberia. Che ci importa se i nostri giovani lamentano mancanza di vitalità e si spostano in altri paesi. Che ci importa se non dialogano con la gente ma urlano con i diversamente abili in piazza. Che ci importa tutelare i cacciatori onesti e la salvaguardia del parco. Che ci importa di tutto questo…………………..????? NIENTE! PERCHE’ DICONO CHE NON CI SONO SOLDI. MI SCUSASSERO’………..
Allora ci chiediamo perché cazzo nonostante tutte queste difficoltà, non mollano dignitosamente l’osso se non sono capaci?
Ma Dove cazzo siete? Siete forse impazziti? Paesani la Sentinella sulla torre di guardia si è addormentata? SVEGLIATEVI .
Continua…………………fine Parte I atto I

Pinocchio dal paese dei balocchi. “Che ci importa…..”
Ogni riferimento a fatti, misfatti o personaggi è puramente casuale, l’autore si è liberamente ispirato alla quotidianità, alle opinioni e racconti dei cittadini sulla vita amministrativa di tipici paesini della Calabria e soprattutto del Pianeta Arberesh (Comunità Italo-Albanesi di Calabria e Sicilia)


NB E’ solo l’inizio di” Che ci importa…..”, siete liberi di continuare….
Chiedo scusa per i francesismi, ma da quando Silvio ha sdoganato la parola “cog…i.” ,alcune parole si possono usare per essere più incisivi-

Anonimo ha detto...

Sono un elettore pentito che 5 anni orsono ha votato Massaro ,non credendo in lui ma per motivi che lascio a voi immaginare.
Sono amaramente pentito ,perchè ci ha offeso e dopo solo un anno e mezzo ci ha lasciati.Per quanto riguarda il suo modo di fare politica ,essendo stato molto vicino a lui,era chiaro a tutti:
La politica e i consensi dovevano servire solo ed esclusivamente per i propri spiccioli interessi ossia una sistemazione personale e familiare.Da che pulpito viene la predica?
Sono fermamente convinto che ai Civitesi è servita la lezione e non ripeteranno più lo stesso errore anche perchè sbagliare è umano ,perseverare è diabolico.I voti si conquistano sul campo, lavorando quotidianamente e onestamente e non a distanza di 1000 chilometri o per via informatica.

Anonimo ha detto...

Che ci importa se i giovani lasciano il paese ,abbiamo potenziato i servizi ai soggetti deboli.Che ci importa dei cacciatori , abbiamo l'assessore alla comunità montana che detiene la delega ai parchi e alle aree protette che ci rappresenta.Che ci importa della scarsa partecipazione del super assessore alle giunte ,abbiamo degni sostituti.Che ci importa dell'assenza completa di pubblico durante le sedute del consiglio comunale ,tanto noi ce la suoniamo e noi ce la cantiamo.

Anonimo ha detto...

come sarebbe produttivo sentir parlare i tanti profeti oltre questo blogghino da strapazzo. La rivoluzione si fa in piazza, per le strade, alla luce del sole.
Dove siete saggi del paese? e perchè quando potreste parlare non parlate????
e il superassessore che fine ha fatto?????

Anonimo ha detto...

SABATO SERA HO SAPUTO DI UNA RIUNIONE NELLA SALA CONSILIARE. QUALCUNO MI SAPREBBE DIRE DI COSA SI TRATTAVA?

Decenza ha detto...

Pare prevalgano le vecchie logiche. UDITE UDITE- PEEEEEEE- UDITE UDITE PEEEEEEEE
Uscenti e perdenti, pur di non staccarsi dalle poltrone vorrebberò fare un alleanza.
Un offesa alla intelligenza dei sudditi.
Chi si combatteva ieri, oggi si bacia e domani con lingua in bocca si amerà.....
VERGOGNOSOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

Amico mio questa è la politica ,aggiornati altrimenti scompari.Le poltrone rappresentano un impegno gravoso non da tutti e comunque in base a quello che scrivi sicuramente non avresti le "palle ",per scendere in campo e dare il tuo contributo.

Anonimo ha detto...

ho una cusiosità da chiedere a chiunque sà rispondermi.
Secondo voi e vero che l'unico a conoscere la nostra identità anche quando siamo anonimi e il Maestro?
Perche se è così il Gran Maestro ha un bel vantaggio....

Contro la casta ha detto...

Infatti l'impegno gravoso è gestire le poltrone con rispetto verso l'elettorato, la politica vera non è la tua.
Hai una forma mentale molto distorta rispetto alla realtà.
Le "palle" servono per essere lucidamente onesti e avere il coraggio di sfidare il sistema.
Chissà un giorno potrei averle anche io e dare il mio contributo.
Sondrio Udine Cagliari Ancona

Anonimo ha detto...

POVERO DIAVOLO CHE PENA MI FAI.

Anonimo ha detto...

Adesso spogliati come sai fare tuuu.....la la la la, povero diavolo che pena che mi fai....la la la la
CANTA CHE TI PASSA

Il Miracolo della Politica ha detto...

Oggi anche Zio Gaetano ha messo mano al portafogli ed offre zeppole a tutti,si tratta di politica o si é ricordato che il suo figlio naturale si chiama Giuseppe e non Salvatore?Cmq auguri al nostro futuro Sindaco Peppino Marchese!

ZOMBI PARTY ha detto...

Halloween o la notte dei "Prigatort"? Le stradine di Civita questa notte erano affollate di strani personaggi che oramai vivono ai margini della comunità. Inquietante.......Brrrr, che paura.

No Red no party........

Anonimo ha detto...

bellissimo il rap di Pinocchio da paese dei balocchi, realista, ironico e quanto mai vero! complimenti! Hai detto tutta la verità con un'armonia musical grammaticale davvero originale.
Lo adotto, lo traduco in arbresh e ne faccio un testo da sottoporre alla band musicale arbresh Spasulati band.

Anonimo ha detto...

Grazie. Ricordati dei diritti d'Autore.
Chi sono gli spasulati?.... e poi tra un pò dovrai tradurre e musicare anche la seconda parte.
Buon Lavoro.

PS Purtroppo penso che a breve dai singoli passeremo all'album.

Anonimo ha detto...

Tranquillo Caro amico" uscenti e perdenti" non si alleeranno mai ,garantito al "limone" , altrimenti tutti noi , scontenti di questa gestione amministrativa , non li appoggeremo ,costi quel che costi(altri 5 anni di questa amministrazione).

Peppino Marchese ha detto...

In giro per l'Italia i nonni pensionati in buona salute si rendono volontariamente disponibili nel sociale.
A Civita l'Amministrazione si è sempre adoperata al meglio in favore della terza età,e mi risulta assai strano che qualcuno si possa meravigliare se un anziano,quasi Ottantenne, ricambia con paterno affetto, aiutando un giovane amministratore a gestire l'esercizio in sua assenza.
Mio padre, che è stato sempre un buon padre, con tutti i suoi pregi e difetti, non ha la necessità di attendere una ricorrenza per sapere quali sono i suoi figli e tanto meno la politica ci può indurre ad offrire zeppole.
Ringrazio Salvatore che gli dà la possibilità di riempire meglio le sue giornate, e prego chiunque di astenersi da commenti sciocchi evitando di coinvolgere gratuitamente i miei familiari.
Grazie per gli Auguri

Anonimo ha detto...

Massaro ,hai finito le cartucce?

Anonimo ha detto...

La nipote contro lo zio.
Sarà una bella lotta.

Anonimo ha detto...

Due cognati nella stessa lista , ne vedremo delle belle.

EL MATADOR ha detto...

ma chi è Peppino Marchese? forse il messia in grado di risolvere tutti i problemi di Civita, ormai una comunita in coma profondo

Anonimo ha detto...

sarai tu in coma profondo, ma dove vivi!!! sicuramente sei una persona priva di iniziative. Civita è al centro del mondo!!!

Anonimo ha detto...

Maestro,perchè non c'informi un pò delle liste e dei candidati per le prossime elezioni amministrative a Civita? Le sarei molto grato,come tanti Civitesi sparsi in tutta Italia e fuori.Saluti e grazie.

Anonimo ha detto...

Le liste dovrebbero essere due ,quindi si fa molto interessante la competizione che potrebbe riservare delle sorprese ,che andrebbero a destabilizzare lo scenario politico attuale .

Anonimo ha detto...

Potrebbero essere tre le liste ,perciò se la ride il sindaco attuale.Ragazzi impegnatevi, cioè " mettetevi daccordo", i tempi sono maturi ,la vittoria è dietro l'angolo se saprete abbattere gli steccati e raggiungere un compromesso di una sola lista contrapposta a quella in carica.

Anonimo ha detto...

Campanella dice "abbiamo chiuso la lista " ,siamo vincenti ,non ci preoccupiamo di nessuno, abbiamo amministrato in maniera egregia ,la cittadinanza ci voterà di nuovo.
VOX POPULI: Signor Campanella ma dove vivi? Che film ti sei visto ,pensi davvero di riconfermare le preferenze di 5 anni orsono?
Sarà molto difficile ripetersi e tu lo sai.

Anonimo ha detto...

Alla fine Marchese farà l'alleanza con il Sindaco uscente e i riflettori si spegneranno.

Anonimo ha detto...

Marchese sta cercando altre alleanze ,che lo traghetteranno verso lidi più sicuri e concreti.

Anonimo ha detto...

Alle brillanti ammministrazioni di Cività
che hanno affossato il paese spostando mille volte i piani regolatori e determinado quindi uno spospolamento sempre più massiccio del paese, e non essendoci stata una mente illuminata e lungimirante sul recupero degli immobili preesistenti con sgravi fiscali.
Attendiamo proposte, progetti concreti e non propaganda sterile e politica anche dal caro Peppino il civitese doc e milanese di adozione che forse è osfuscato della nebbia padana ed anche dalle vittoriosa ascesa politica di Obama. Crede di essere il nuovo leader?? bene, anzi benissimo dimostralo anche qui sul blog ed indica i punti chiave del tuo programma politico. Ormai la politca si si gioca sul web....
Il grillo parlante
che da tanto mancava nelle animate discussioni del sito

convergenze parallele ha detto...

Massaro dorme sonni tranquilli ,crede di essere ancora l'ago della bilancia ,non lo ha ancora capito che non se lo fila più nessuno ?

P.S. Vorrei che alla lunga emergessero nuovi protagonisti della vita politica civitese ,che potessero trasferire nella cosa pubblica, tutte le conoscenze ,tutte le esperienze maturate nel corso del loro vivere quotidiano.

Antonio Massaro ha detto...

Eccomi!!!! Per qualsiasi domanda vi prego di firmare il commento ê provvedero' a colmare la vostra sete di conoscenza!! W Peppino,
W Blois, W CHI DECIDE DI CANDIDARSI!!! W la Democrazia (cristiana?)!!!!

Anonimo ha detto...

Consiglio a Peppino Marchese attenzione, modestia e furbuzia. Le sue buone intezioni da sole non bastano. Occorre solidità e attendibilità per convincere la gente in età matura. Occorre lucidità di idee e chiarezza di programmi per convincere gli indecisi. Occorre caparbietà e questa sicuramente c'è.

convergenze parallele ha detto...

Attenzione ,circola voce di una imminente scesa in campo ,di un personaggio ,che ha fatto della lealtà ,onestà ,laboriosità ,caparbietà ,una scelta di vita.

Anonimo ha detto...

Si...forse verrà Obama dall'Amerca.
Poveri Paesani,siete bravi solo a rovinar le feste,criticare e non concludere niente.

Antonio Massaro ha detto...

Ma dov'è finito l'OBAMA civitese?
Il suo progetto di cambiamento e ringiovanimento della classe politica civitese é ancora valido o anche Lui si è lasciato influenzare dai recenti banchetti e relativi banchettisti?
Le belle parole scritte sul web e le altrettante spese durante gli incontri con i tanti giovani civitesi avranno un seguito o si lascerà coinvolgere nei soliti giochi di potere cittadini?
Rappresenterà davvero il cambiamento o pur di avere uno scranno in municipio farà alleanze con coloro che ha sempre definito il "tumore" di Civita?
Caro OBAMA alle belle parole devono seguire i fatti... dimostra che il tuo vero obbiettivo é quello di cambiare la realtà civitese, fai come hai sempre detto di voler fare, una lista di "persone" e non di "numeri"!!

Anonimo ha detto...

solite provocazioni da piccolo politicante..niente di nuovo dal fronte alpino..

convergenzeparallele ha detto...

Meglio essere definiti banchettisti che .....ranchetisti;
Abbi il coraggio di scendere in campo e misurarti con l'elettorato ,di sicuro avresti un riscontro cosi negativo che ti farebbe passare la voglia di offendere le persone oneste ,che quotidianamente lavorano ,spendendosi e prodigandosi per la causa comune "civitese",camminando a "testa alta" senza scheletri nell'armadio.

Anonimo ha detto...

Come al solito quando non si hanno argomenti si va a scavare sul privato delle persone che hanno il coraggio delle proprie idee mettendoci nome e cognome.

Invece tu,convergenze parallele perche non ha il coraggio di
replicare punto per punto su quello che viene mosso?

O tu quache scheletro ce l'hai nel nord italia?

Anonimo ha detto...

Civita non vuole il cambiamento ma le solite promesse dell'ultimo minuto, incarichi lavorativi di qualche mese strategicamente assegnati a chi deve in cambio il proprio voto. A nessuno interessa "la svolta" perchè qualora ci fosse sarebbe appannaggio di tutti e non di pochi come sempre. Civita è ancora moralmente e culturalmente "indietro" e difatti si utilizzano tacitamente vecchie strategie politiche pur di garantirsi la poltrona per un altro quinquennio. E ai civitesi questo basta per cambiare idea in un nanosecondo purchè il proprio piccolo e personalissimo interesse trovi soddisfazione. Basta una punturina, una promessina, un favorino, e voilà, il gioco è fatto, tutti i poveretti alla mercè dei prossimi candidati. E' così che chi davvero potrebbe operare concretamente a servizio dell'intera comunità alza le spalle e vi rinuncia sapendo di rischiare la propria onestà dinnanzi alle solite immoralità.
Ancora paroleparoleparole!

convergenze parallele ha detto...

Cittadini di Civita ,unitevi ,fate gruppo ,affinchè possiate sconfiggere sonoramente questa amministrazione che ha lavorato poco o niente ,perdendo di vista ,man mano ,quali sono i compiti e le funzioni di una amministrazione.

Per il Sindaco giardiniere ha detto...

Secchiello e paletta alla mano il Sindaco ha abbellito tutte le aiuole del paese, preziosa la collaborazione della moglie dell'assessore addetta alla concimazione e del presidente della pro-loco per la prima innaffiata.
Finalmente e presto raccoglieremo i primi fiori della vera politica......

PIZZA CONNECTION ha detto...

Brillante ospitalità per le vallje 2009. Onore al vero, da cinque anni a questa parte mai tanta attenzione per questa festa...EFFETTO ELECTION YEAR?

LIPU - Oasi WWF ha detto...

Se le oche non si faranno scoppiare il fegato litigando, diventeranno Canarine patrimonio dell'UNESCO......
W Gli Usignoli

convergenzeparallele ha detto...

Stanno per accadere avvenimenti che muteranno e sposteranno l'opinione pubblica verso chi veramente merita di amministrare la nostra comunità.Diamo spazio a chi ha a cuore le sorti del nostro paese.Non facciamoci abbagliare dalle facili e spudorate promesse dell'ultima ora ,che hanno il solo ed esclusivo fine di intercettare consensi.

Anonimo ha detto...

Sono un elettore di centrodestra che 5 anni fa ha votato l'attuale Sindaco ,ma oggi trova difficoltà a rinnovargli la fiducia.Spero che si riesca ad organizzare qualcosa che scalzi l'attuale quadro amministrativo.La politica è anche "sentimento" "passione" e l'attuale compagine non mostra queste virtù.

convergenze parallele ha detto...

Si sta delineando una nuova classe dirigente che spazzerà via l'attuale amministrazione buona solo a promettere e poi puntualmente non onorare gli impegni assunti in campagna elettorale.

GRAN GOURMET ha detto...

Il patè di fegato è un’indiscussa prelibatezza della grande cucina francese, ma vanta antichissime origini, infatti il patè di fegato d’oca era già conosciuto dagli Egiziani nell'epoca dei faraoni.
In un affresco del 2500 a.C. scoperto a Sakkarah, vi è raffigurata la scena in cui sei egiziani sono indaffarati a ingozzare delle oche; questa abitudine era consueta anche presso gli antichi romani, che lo preparavano mischiandolo ad una miscela di fichi secchi tritati, latte e miele.
Col passare del tempo, il foie gras trova il suo massimo fulgore presso i reali di Francia, in particolare con Luigi XV e Luigi XVI, grazie a delle preparazioni raffinate come il prelibato “pasticcio di fegato grasso in crosta”.
In Francia il patè de foie gras (fegato grasso) si prepara principalmente con fegato d’oca (e anatra), rimpinzando di mais questo animale fino a fare lievitare il suo fegato per dieci volte la sua normale grandezza (da qui il suo nome)..
In Italia il patè di fegato viene preparato utlizzando il più delle volte fegato di vitello, maiale, o pollo, semplicemente perché il fegato d’ anatra, in Italia poco allevata, non è nè sempre, nè facilmente reperibile.
A meno che............

A CHI SI SENTE CHIAMATO IN CAUSA ha detto...

Ridere, sorridere sono una prerogativa tutta umana di cogliere il comico in ciò che viene detto o fatto. Questa disposizione a cogliere gli aspetti contraddittori e bizzarri della vita viene comunemente detta "umorismo". Le persone equilibrate presentano un particolare tipo di umorismo: non quello maligno che nasce dall’offesa di altri o di ciò che si ritiene inferiore, ma quello che vede il lato comico di se stessi e delle situazioni nelle quali ci si viene a trovare. Ridere di sé può essere un vero spasso. Chi riesce a farlo è una persona che sa giocare con se stessa e dunque anche con gli altri. E’ importante imparare a prendere benevolmente in giro il nostro io, così pieno di sé, che si prende troppo sul serio, che è suscettibile e diffidente. Se il saper ridere di se stessi è un ottimo combustibile per accendere l’umorismo, altrettanto può essere considerato il saper cogliere il lato buffo insito nei fatti. Tutto ciò che facciamo, il lavoro, lo studio, il gioco, le uscite con gli amici, portano con sé un pizzico di comicità che non aspetta altro che di essere colto. La capacità di individuare i propri lati umoristici porta a conoscersi e ad amarsi per quel che si è. Anche quelle che consideriamo delle figuracce possono rivelarsi delle situazioni molto divertenti che permettono di relativizzare e sdrammatizzare ciò che facciamo. Con l’umorismo inoltre abbiamo la possibilità di scaricare le piccole tensioni che accumuliamo durante la giornata. Vedere sotto quest’ottica noi stessi, gli altri e ciò che ci capita ha degli effetti benefici garantiti.

Il prendersi cura di sé, che implica anche la cura per l’ambiente nel quale viviamo, non è fine a se stesso: è il trampolino di lancio per amare gli altri. Infatti possiamo ascoltare, capire, aiutare, voler bene chi ci sta accanto nella misura in cui facciamo tutto ciò nei nostri confronti. La frase del Vangelo "ama il prossimo tuo come te stesso " rafforza e dà valore a tutto ciò.

LIPU - Oasi WWF ha detto...

«Beati quelli che sanno ridere di se stessi, perché non finiranno mai di divertirsi».
E ancora:
«Beati quelli che sono abbastanza intelligenti per non prendersi sul serio; saranno apprezzati dai loro vicini».

E ora divertitevi senza farvi troppe seghe mentali.

Auto-iro-ero-(ni) (ti)smo ha detto...

Per essere ironici è necessario essere autoironici, praticare insomma l'autoironismo, io pratico quello e l'autoerotismo, una volta praticavo l'erotismo in auto... sigh, bei tempi...

A CIVITA LA STORIA SI RIPETE ha detto...

SEDICENTI POLITICI POCO SEDUCENTI,
OGNI POPOLO HA IL GOVERNO CHE SI MERITA.

Da Palazzo Arnone al Campidoglio ha detto...

Giovedì 23 aprile - ore 16,30
" Vallet e Ciftit - Vallje: danze tradizionali coreutiche "

Anche quest'anno si riaccendono i riflettori sulla Settimana della Cultura, l'attesissimo appuntamento promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per avvicinare i cittadini al mondo dell'arte e dello spettacolo in tutte le sue forme espressive.

La Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, diretta da Fabio De Chirico, ha in programma, dal 18 al 23 aprile 2009, un ricco e variegato calendario di eventi: convegni, conferenze scientifiche, anteprime di mostre, spettacoli, presentazione di libri e periodici. Tutto sotto il segno dell'arte e nella direzione di una proposta culturale volta a coinvolgere fasce di pubblico eterogeneo coniugando l'aspetto riflessivo e conoscitivo proprio di un approccio consono al bene culturale con quello più gioioso e ludico, espressione della creatività, dell'ingegno e della fantasia di chi fa e promuove cultura.

Alle iniziative indette dalla Soprintendenza calabrese partecipano, apportando un valore aggiunto alla mission dell'intera manifestazione, partners di rango: l'Università degli Studi della Calabria, le Università de La Sapienza e di Tor Vergata , Enti locali, istituzioni, associazioni, fondazioni statali e private, studiosi ed artisti di riconosciuta fama.

Laboratorio e palcoscenico creativo delle proposte artistiche e culturali in programma è lo straordinario scenario di Palazzo Arnone, sede della Soprintendenza BSAE della Calabria e della Galleria Nazionale di Cosenza, gioiello dell'architettura cinquecentesca in Calabria e contenitore ideale di grandi eventi, capace di veicolare nelle sue sale in maniera più forte, amplificandole, le suggestioni prodotte dall'evento culturale che vive in perfetta simbiosi con la visione del patrimonio pittorico e architettonico che il prestigioso immobile racchiude.

Il Romano dal Campidoglio ha detto...

cum Brennus, Gallorum dux, cum magnis copiis Alpes transiit et in Italiam descendit, hostium terror ac mortis timor Italicamur urbim incolas invaserunt. Tum a Romanis consul cum duabus legionibus contra ingentes barbarorum copias, quae totam regionem ferro ignique bastabant, missus est, sed Galli consulem eisque leggiones apud Alliam flumen divincerunt antque Romam acceserunt. Tum Romani, formidine capti, Urbem reliquerunt et cum senibus, mulieribus liberisque veios confugerunt et secum amnia sacra trastulerunt. Itaque barbari sine ullo peri**** in urben inierunt et copitolium, Romae arcem, obsederunt. Iam Galli tacite arcis moenia ascendebant, cum repente anseres, qui in Capitolo erant, quia animalia Iunoni sacra erant, suis clangoribus Marcum Manlium, arcis custodem, e somno excitaverunt. Tum Manlius eodem tempore arma arripuit et Romanos milites in axlium vocavit, qui ingenti vi prugnaverunt et Gallos a Capitolio reppulerunt. Itaque Roma anserum clangoribus servata est.

Dal Tempio di GIUNONE ha detto...

l’episodio più celebre che riguarda il Campidoglio è senz’altro legato all’invasione del 18 luglio del 390 a.C., giorno in cui i Romani furono sconfitti dai Galli presso il fiume Allia. L’avanzata nemica proseguì nei tre giorni successivi, quando i Galli raggiunsero Roma e la saccheggiarono, ad eccezione del Campidoglio che si salvò dal sacco e resistette per qualche mese. La leggenda vuole che l’attacco notturno dei Galli fu sventato grazie allo starnazzare delle oche capitoline tenute nel recinto sacro del tempio di Giunone: il Campidoglio fu quindi salvato dalle sue oche! In ricordo dell’episodio venne eretto nel 353-344 a.C. il tempio di Giunone Moneta (moneta o "ammonitrice"). Presso il tempio di Giunone ebbe sede la prima zecca (officina moneta dal nome del tempio, da cui deriva il termine odierno di "moneta")

Dal paese delle meraviglie ha detto...

Non ci siamo fatti mancare nulla; abbiamo avuto un Zaccagnini, un Forlani, un Berlinguer, un Bonomi ed ora per completare l'opera un penoso Berlusconi d'importazione.
Che tristezza..............!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Mi fa piacere vedere con quanta passione si interviene per il bene del nostro amato paesino, peccato che la maggior parte di quelli che scrivono non hanno mai vissuto niente in diretta ma solo guardando dietro le finestre del proprio balcone; io c'ero alle scorse elezioni è ho vissuto in diretta le macchinazioni di tutte e due le parti che si sono schierate e mi sembra veramente il massimo sentire , anzi, leggere da un Antonio Massaro, di ritenersi tanto degno di sincerità e fuori da ogni macchinazione pur di accaparrarsi la sua piccola poltrona...non era lui a stare dall'altra parte prima di schierarsi con Blois? Non era lui che prometteva posti di lavoro a destra e a manca vantandosi di legami politici regionali?E non era sempre lui che ha abbandonato il suo "posto"quando era ancora in carica? Non voglio dargli molta importanza ma quando è troppo è troppo...inoltre il fatto di non firmarsi è una propria scelta ed è anche garantita dalla legge, se tu hai la faccia come il c... non è colpa nostra...
tornando alle imminenti elezioni e, lasciando perdere gli eruditi che non hanno niente da fare e copiazzano dai libri di latino, vorrei solo dirvi a tutti voi di avere "coraggio" e invece di scrivere e criticare solamente chi ha le "palle" di mettere la sua faccia e contrastare questi meschini che non sanno fare niente se non annaffiare piante e che risiedono nel nostro comune, di farsi avanti e di mostrare la loro magnifica eloquenza durante i comizi, oppure è mneglio se tacete tutti e non vi vergognate di commentare soltanto un inutile blog....
p.s. questo sarà il mio primo e unico messaggio, perchè preferisco scendere in piazza in prima persona e non a fare il grillo parlante inutilmente....

Antonio faccia di C..o! ha detto...

Il solo fatto di non commentare quanto da me scritto ma soltanto inveire sul perché scrivo, la dice lunga in tema di "dare importanza".
Questo é tutto per tutto il resto c'è BLOIS!!!!!!!
E' finito il tempo delle pressioni psicologiche... siete liberi di pensare e scrivere cio' che volete,ma attenzione, rischiate di far scoppiare il vostro fegato per nulla!!!!!

Pulce ha detto...

Il blog non è inutile se i senza nome e i senza faccia come te hanno la possibilità di scrivere.

Tu uomo impegnato, perchè te la prendi con Massaro che non ha alcun ruolo in questa storia invece di guarare avanti?

E' troppo facile per i senza palle prendersela con il mondo, mettendoci rabbia e rancore.

Perchè non ti firmi se ciò che dici ritieni sia giusto? Massaro ha avuto sempre il coraggio delle proprie azioni.

Chi scrive in Latino, ha molto da fare e trova anke il tempo per divertirsi.

Fatti un altro giro in piazza e lascia in pace quelli che lavorano

Anonimo ha detto...

SIAMO ALLE SOLITE LA FAMIGLIA MA...... SCHIERA IL BELL'ANTONIO V...... DALLA PARTE DOVE SOFFIA IL VENTO. COSA NON SI FA PUR DI AVERE QUALCHE LAVORO PUBBLICO DA REALIZZARA AL MENO PEGGIO. E' UNA VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La febbre suina ha detto...

Spero che le autorità competenti prendano seri provvedimenti e facciano rispettare le ordinanze comunali, preservando la salute pubblica negli interessi comuni.
Prevenire è meglio che curare.
Prevarrà il buon senso o gli interessi di parte?

Fonte: CDC e Ministero Lavoro, Salute e Politiche Sociali - Direzione generale Prevenzione sanitaria ha detto...

Cos'è l'influenza suina?
L'influenza suina è una malattia respiratoria acuta dei maiali causata da virus influenzali del tipo A, che causano abitualmente epidemie di influenza tra i suini. I virus dell'influenza suina causano alti livelli di malattia e bassa mortalità nei maiali. I virus dell'influenza suina possono circolare tra i maiali in tutti i mesi dell'anno, ma la maggior parte delle epidemie si manifestano nel tardo autunno ed in inverno, così come accade per le epidemie nella popolazione umana. Il virus dell'influenza suina classica (virus influenzale A/H1N1) è stato isolato per la prima volta negli anni 30 del secolo scorso.

Quanti sono i virus dell'influenza suina?
Come tutti i virus influenzali anche quelli dell'influenza suina mutano continuamente:i maiali possono essere infettati dai virus del'influenza aviaria così come da quelli dell'influenza suina. Quando virus influenzali di differenti specie animali infettano i suini, i virus possono andare incontro a fenomeni di "riassortimento" e nuovi virus che sono un mix di virus umani/aviari/suini possono emergere. Nel corso degli anni, sono emerse diverse varianti di virus influenzali suini; al momento, nei maiali sono stati identificati 4 sottotipi principali di virus influenzali di tipo A: H1N1, H1N2, H3N2, and H3N1. Comunque, la maggior parte dei virus isolati recentemente nei maiali sono stati H1N1.

L'influenza suina può infettare l'uomo?
I virus dell'influenza suina non infettano normalmente l'uomo. Comunque, possono verificarsi infezioni umane sporadiche con virus influenzali suini. Comunemente questi casi di infezione umana da virus influenzali suini si manifestano in persone con esposizione diretta ai maiali (per esempio lavoratori addetti ad allevamenti e industrie suinicole, frequentatori di fiere zootecniche) .

Quali sono i sintomi dell'influenza suina nell'uomo?
I sintomi dell'influenza suina sono simili a quelli della "classica" influenza stagionale e comprendono: febbre, sonnolenza, perdita d'appetito, tosse. Alcune persone con influenza suina hanno manifestato anche raffreddore, mal di gola, nausea, vomito e diarrea. Come l'influenza stagionale, anche l'influenza suina può causare un peggioramento di patologie croniche pre-esistenti e in passato sono stati segnalati casi di complicazioni gravi (polmonite ed insufficienza respiratoria) e decessi associati ad infezione da virus dell'influenza suina .

Quanto à grave l'influenza suina nell'uomo?
Come l'influenza stagionale, l'infezione da virus influenzale suino nell'uomo può presentarsi in forma lieve o grave.

Le persone possono prendere l'influenza suina mangiando carne di maiale?
No, i virus dell'influenza suina non sono trasmessi dal cibo; non si può contrarre l'influenza suina mangiando maiali o prodotti a base di carne di maiale. Mangiare carne maneggiata in maniera appropriata, carne cotta e prodotti a base di carne suina. Cuocere la carne a temperatura interna di 70-80 ° gradi uccide il virus dell'influenza suina, così come gli altri batteri e virus.

Come si trasmette l'influenza suina?
I virus influenzali possono essere trasmessi direttamente dai maiali all'uomo e dall'uomo ai maiali. Le infezioni umane con virus influenzali di origine suina si manifestano con maggiori probabilità in persone che hanno contatti ravvicinati con i suini , come negli allevamenti o nelle fiere zootecniche. E' possibile anche la trasmissione da persona a persona. Si ritiene che ciò accada con le stesse modalità di trasmissione dell'influenza stagionale, cioè attraverso la diffusione di goccioline di secrezioni naso-faringee con la tosse e lo sternuto. Le persone possono anche infettarsi toccando superfici contaminate con secrezioni infette e e poi portando alla bocca e al naso le mani. Per questo il lavaggio delle mani è una misura molto importante per ridurre il rischio di infezione.

Il virus di quest'epidemia in Messico e USA è contagioso?
Ci sono evidenze, stabilite dai CDC degli Stati Uniti d'America, che il virus responsabile dei casi negli Stati Uniti si sta diffondendo da persona a persona: comunque in questo momento non è possibile sapere quanto facile sia questa trasmissione.

Come si può diagnosticare l'infezione da virus influenzali suini nell'uomo?
Per la diagnosi di influenza suina A è necessario raccogliere un campione di secrezioni respiratorie (tampone nasale o faringeo) entro i primi 4 – 5 giorni dall'inizio dei sintomi (quando è maggiormente probabile che la persona elimini i virus). Comunque, alcune persone e in particolar modo i bambini possono eliminare il virus influenzale per 10 giorni e più. L'identificazione del virus dell'influnza suina richiede l'invio del campione ad un Laboratorio di riferimento della rete Influnet, con il coordinamento dell'Istituto supeiore di sanità..

Quali farmaci possono essere usati per trattare le infezioni da virus influenzali suini nell'uomo?
Sono disponibili diversi tipi di farmaci antivirali per il trattamento dell'influenza: amantadina, rimantadina, oseltamivir e zanamivir . Mentre la maggior parte dei virus dell'influenza suina si sono rivelati suscettibili a tutti e quattro i farmaci, i virus influenzali suini isolati recentemente dagli uomini sono resistenti alla amantadina e alla rimantadina; pertanto solo oseltamivir e zanamivir sono raccomandati per il trattamento / prevenzione dell'Influenza umana da virus influenzale suino

Quante epidemie di influenza suina si conoscono?
Probabilmente l'epidemia più conosciuta è quella che ha colpito i soldati di Fort Dix , New Jersey (USA), nel 1976 , con circa 200 casi tra i soldati presenti nel campo. Il virus causò malattie con segni radiologicamente evidenti di polmonite in almeno 4 soldati e 1 decesso: tutti i colpiti erano precedentemente in buona salute . Il virus si era trasmesso attraverso contatti stretti nel corso di sedute di addestramento, con trasmissione limitata al di fuori di questo contesto. Si ritiene che il virus abbia circolato per un mese , per scomparire spontaneamente. La fonte del virus , il momento esatto della sua introduzione a Fort Dix e i fattori che possono avere influenzato la sua diffusione e durata sono sconosciuti. L'epidemia potrebbe essere stata causata da un virus animale introdotto in contesto di particolare affollamento nel periodo invernale .Il virus influenzale suino isolato dai soldati di Fort Dix fu denominato A/New Jersey/76 (Hsw1N1). L'episodio fu alla base di una estesa campagna di vaccinazione antinfluenzale nel 1977.

Fonte: CDC e Ministero Lavoro, Salute e Politiche Sociali - Direzione generale Prevenzione sanitaria

Antonio Massaro ha detto...

Niente di nuovo da quelle parti eh? Non sapete far altro che inveire ed invetarvi barzellette?
per quanto ne so', il dott. Vavolizza non é candidato con nessuna lista, infatti nonostante sia stato uno dei piu' corteggiati candidati ( sappiamo di incontri con Marchese e con i rappresentanti di altre liste)ha sempre declinato gli inviti per motivi professionali. Ora di botto spuntano le vostre sentenze e allora mi chiedo: se Vavolizza avesse accettato i vostri inviti come vi sareste comportati?Lo avreste accolto nelle vostre fila o vi sareste opposti?Giusto per evitare inutili commedie vi anticipo che quest'anno puntiamo alle quote rosa... chi vuole capire capisce!!
Ps. giusto per aiutarvi a colmare la vostra immensa ignoranza vi consiglio di studiare la legge di riferimento in materia di LL.PP. ovvero la 109 e s.m.
Peppi' hai fatto bene a mollare... con questi soldati non si vincono guerre!!!

Antonio Massaro ha detto...

Ne approfitto per chiedere al Maestro:
che fine hai fatto?
cosa hai da dire in merito alle prossime amministraive?
dove sono tutti i tuoi cittadini coraggiosi?
Marchese si era gentilmente offerto per avviare un progetto di cambiamento che interessava tutta la comunità ed é stato abbandonato, tu dov'eri?
hai avuto il coraggio di schierarti o eri all'estero?
Fai parte di quelli che in piazza gridano "rivoluzione" e dopo si nascondono o sei d'accordo con me che a Civita le persone "attive" siano in via d'estinzione?
Penso che sia doveroso anche da parte di Peppino Marchese dichiarare la sua posizione e magari illustrare le motivazioni che lo hanno portato alla "ritirata", cosi' come ha fatto per annunciare la sua discesa in campo!!!
Peppi' spiega tu al Maestro come ti sei sentito quando tutti dicevano " non mi posso candidare" perché ho poco tempo!!!!

Anonimo ha detto...

Sto pendando a quanto ho appena visto e sentito su Rai 3 nel programma REPORT sulla sanità in Calabria. Cose allucinanti e dichiarazioni di politici/amministratori da far rabbrividire. Il presidente Loiero ha addirittura dichiarato che in Calabria è facile restare nelle maglie della rete della giustizia. Cose aberranti e squalificanti dichiarate a tutta l'Italia.Per non parlare delle indagini di Report sugli ospedali
Riflessione di Pippo Callipo

Anonimo ha detto...

.....e continuo a pensare. Dopo le denunce di Report cosa succederà domani? State tranquilli, assolutamente niente! Ormai siamo abituati a queste porcherie. Ci sveglieremo e andremo a combattere la nostra giornata mentre quella "gentaglia" continuerà ad occupare incarichi pubblici, ben retribuiti, malgrado processi, condanne o avvisi di garanzia e continuerà a rubare con grave danno per la Calabria e per i Calabresi
Riflessione di Pippo Callipo

Da Io resto in Calabria ha detto...

Biografia

Filippo Callipo rappresenta la quarta generazione dei Callipo che, dal 1913, si sono avvicendati al timone dell’azienda di famiglia.
Nel 1972 iniziò ad affiancare il padre Giacinto nella gestione dell’azienda, assumendone la direzione esclusiva nel 1981.
Perseguendo con passione e dedizione la filosofia del fondatore “la qualità innanzitutto” ed un’oculata strategia di sviluppo, in quasi trent’anni di attività, Filippo Callipo ha guidato l’azienda storica, la “Giacinto Callipo Conserve Alimentari SpA”, verso importanti e prestigiosi traguardi e successi, soprattutto nell’ambito delle certificazioni di qualità.
Nell’ultimo decennio, al fine di diversificare l’attività, ha costituito un gruppo societario, la Callipo Group, composta da sei aziende che attualmente occupano oltre 200 addetti.
Nell’estate del 2008, dopo anni di progettazione ed organizzazione, ha avviato due importanti progetti:
1) la Callipo Gelateria che si propone l’ambizioso obiettivo di far conoscere in Italia e nel mondo la tradizione gelatiera di Pizzo;
2) il Popilia Country Resort, un centro turistico-alberghiero a 4 stelle, situato a pochi km. da Pizzo, in un’area collinare di circa 140 ettari; una vera e propria oasi di pace, circondata da un rigoglioso bosco di pini, uno di querce e sughere, uno splendido laghetto ed un’incantevole vista sul Golfo di Sant’Eufemia.
Parallelamente alla crescita aziendale cresce il suo impegno nel sociale:
• nel 1994 assume la Presidenza della Confindustria di Vibo Valenta e la guida per quattro anni e dal 2001 fino al mese di Luglio del 2006 è stato il Presidente della Confindustria regionale della Calabria e contestualmente membro di Giunta di Confindustria Roma;
• nel 1993 promuove la costituzione della Banca di Credito Cooperativo di Maierato e ne diviene Consigliere d’Amministrazione fino al 1995 quando viene chiamato a far parte del Consiglio d’Amministrazione della Banca Popolare di Crotone, oggi denominata Banca Popolare del Mezzogiorno;
• dal Novembre 1995 al Gennaio 1996 diviene, per nomina regionale, Commissario Straordinario del Consorzio Nucleo Industriale di Vibo Valentia.
• dal 1997 e’componente di Giunta dell’A.N.C.I.T. - Associazione Nazionale Conservieri Ittici -;
• dal 1997 al 1998 è stato Presidente del Consiglio di Amministrazione della Vibo Sviluppo SpA, società di gestione del Patto Territoriale di Vibo Valentia;
• nel mese di Ottobre 2008 è stato nominato componente della Commissione Cultura di Confindustria Nazionale;
• il 7 dicembre 2008, viene nominato Consigliere della Federazione Italiana Pallavolo per il quadriennio 2009 – 2012;
Nel mese di Marzo 2005 il Consiglio Comunale di Platì, all’unanimità, decide di conferirgli la Cittadinanza Onoraria per le sue iniziative a favore della cittadinanza Platiese e nel mese di Novembre dello stesso anno riceve, per le stesse motivazioni, anche la cittadinanza onoraria del Comune di Tiriolo.
Il 1° Giugno 2005, a riconoscimento del suo impegno imprenditoriale e per essersi distinto nel suo settore, con importanti ricadute nel sociale, viene nominato dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, Cavaliere del Lavoro la più alta e prestigiosa onorificenza conferita dallo Stato.
Negli anni riceve, per il suo impegno a favore del contesto ambientale in cui opera, varie benemerenze sociali e culturali quali:
1). la “Ginestra d’Argento” - Tiriolo (CZ) nel 1998;
2). il “Premio Stampa” ricevuto dall’Ordine dei Giornalisti della Calabria – nel 1998;
3). il premio “La Città del Sole” per i Calabresi di Calabria dal Rotary di Nicotera, Tropea e Vibo Valentia – 1998;
4). il premio“We Build”ricevuto dal Kiwanis Club nel 2001;
5). nell’Aprile 2005 gli viene conferita la Medaglia d’Oro dal “Brutium - I Calabresi nel Mondo”;
6). il premio “Il Gusto del Territorio” ricevuto dal Comune di Frascineto nel giugno 2005;
numerosi i premi ricevuti nel mese di Luglio ed Agosto 2005
7). L’ Olivo D’Argento” dal Lions Clubs di Cosenza Host;
8). il premio “Mitos Sport & Legalità” dall’Associazione Nazionale dei Carabinieri
– Sezione di Catanzaro Lido;
9). il premio “Paul Harris Fellow” dal Rotary International di Catanzaro;
10). il premio “Elefante D’Oro” 2005 dal Comune di Laureana di Borrello;
11). il premio “Curinga Città del Mondo 2005” ;
12). il premio “Trapezomata” dall’Associazione Culturale Trapezomata di Reggio Calabria
e successivamente
13). il premio “Siberene 2005” nel dicembre 2005, ricevuto dall’Associazione
Pro loco “Siberene” di Santa Severina;
14). il premio “Gran Galà delle Pro Loco” nel dicembre 2005, ricevuto dalla Pro loco
“Rocca Angitola” di Maierato;
15). il “I° Premio Gianni Laruffa” conferitogli il 25 Marzo 2006 dal Lions Club
di Polistena “Brutium”;
16). il premio “La Città del Sole” per i Calabresi di Calabria conferitogli dal Rotary Club di
Cosenza il 27 Maggio 2006;
17). il premio internazionale del Mediterraneo “il mantello di Frate Francesco” – sezione “Il Mantello d’oro” conferitogli il 3 agosto 2006 dal Rotary Intenational Club di Paola – Medio Tirreno Cosentino;
18). di particolare importanza il Premio “L’imprenditore dell’Anno 2006” che gli è stato conferito il 23-11-2006 a Milano a Palazzo Mezzanotte da una qualificata commissione della “Ernst & Young” (azienda leader internazionale nei servizi professionali all’impresa) che gli ha assegnato il premio quale finalista per la categoria “Quality of life” - “per la sensibilità nei confronti della comunità di riferimento e per la capacità di favorire la crescita della propria impresa con programmi continuativi e coerenti di sviluppo e sostegno alla cultura, all’arte, all’ambiente ed al sociale”;
19). il 26 dicembre 2006 il Quotidiano della Calabria gli ha conferito il Premio “La Calabria che vogliamo” -1^ edizione 2006; premio per le persone che rappresentano la Calabria positiva operosa e portatrice di valori;
20). il 2 Ottobre 2007 nel corso del XVI Edizione, tenutasi alla Camera dei Deputati a Roma, gli è stato conferito il Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo”;
Il riconoscimento viene assegnato - dal C3 International di Roma - ai calabresi che con intelligenza, onestà e capacità non comuni, si siano distinti nei vari settori della società civile, raggiungendo traguardi d’innegabile prestigio nazionale ed internazionale;
21). giorno 8 Agosto 2008 il Comitato Regionale dell’UNPLI gli assegna il Premio Speciale
“Orgoglio di Calabria”.- Il riconoscimento è assegnato alle personalità che contribuiscono in modo positivo alla promozione dell’immagine della regione, dimostrando particolare vicinanza alle proprie radici.
Considerevole il suo impegno in ambito sportivo dove con la “Volley Tonno Callipo”, nata nel 1993 riesce a raggiungere, partendo dalla serie C2, la massima serie: la A1.
Nel corso dell’attuale campionato la squadra sta disputando i play off per l’aggiudicazione dello Scudetto quali campioni d’Italia.
Il successo più grande di questa squadra è quello di avere saputo raccogliere attorno a sé l’entusiasmo di tutta la Calabria e di veicolarne un’immagine positiva.

Anonimo ha detto...

Signor Marchese, come dice Antonio, non ti senti in dovere di giustificare o quantomeno illustrarci UFFICIALMENTE sulla tua diserzione?

Se non altro per quei giovani che hanno creduto in te?

Anonimo ha detto...

Mi fa piacere vedere che chi si dovevo sentire "risentito" di ciò che ho scritto si è subito censurato da solo...è sempre più deprimente leggere i vostri interventi, sproloqui inutili, e Massaro che si sente il "re" del blog, che muove le fila della politica a Civita,evidentemente dove si trova oltralpe nessuno lo "caca", non fa altro che autoproclamarsi, forse non hai capito che tu e la tua famiglia per il resto del mondo siete zero e ti senti così gonfio solo perchè hai fatto il vice-sindaco a Civita e della tua vita non hai dimostrato niente, come la maggior parte di quelli che si dilettano a scrivere su questo blog, gente senza spina dorsale che si limita a fare inutili citazioni su "altri" che hanno realizzato qualcosa nella vita(vedi Pippo Callipo)ma per loro stessi non possono scrivere un rigo di ammirazione; mi fa pena vedere come le rane nello stagno si agitano per un pò di elezioni comunali interesse risvegliato solo in questi ultimi mesi, perchè negli ultimi cinque anni stavano tutti a leggere topolino seduti sul cesso...popolo di civita mi fate pena, vi meritate che vinca ancora il sindaco uscente perchè sotto sotto tutti vi sentite Homless come lui...Auguri ai massaro vari e ai lecchini che lo hanno votato o perchè di famiglia o perchè terrorizzati di non poter più lavorare con il padre...vi abbraccio ahimè non più fratelli...

Anonimo ha detto...

Dente avvelenato...

convergenze parallele ha detto...

Molti la pensano come l'anonimo che si è espresso nel penultimo commento ,ma non hanno il coraggio di scendere in campo.Popolo di Civita destatevi da questa apatia ,scrollatevi di dosso questa indifferenza ,siate protagonisti del vostro destino ,non lasciatevi travolgere da questa cultura di omertà ,che vi impedisce di essere uomini liberi e forti.Un appello anche ai "Comunisti" che stanno alla finestra aspettando che qualcuno gli tolga le castagne dal fuoco ,impegnatevi attivamente ,ci sono tra di voi persone che possono dire la loro.

C'era una volta la spontaneità..... ha detto...

E fù così che migliaia di Euro andarono in fumo.........

VERGOGNA ha detto...

VERGOGNA

La morale ha detto...

Dimissioni Subito

Anonimo ha detto...

la solita solfa!

AA ha detto...

W L'autorevole sobrietà!!!!!!!!!!

L'INDIGNATO SPECIALE ha detto...

Quando un popolo perde la capacità di INDIGNARSI, perde tutto.
Quando non si ha il coraggio di commentare comportamenti deplorevoli di alcuni tutori,allora è finita. Quando si assumono comportamenti omertosi e si evita di argomentare e far vergognare, allora si è proprio alla frutta.
In ogni paese civile dopo un simile epilogo, ognuno per la propria parte e nel rispetto delle leggi prenderebbe seri provvedimenti.

Anonimo ha detto...

domanda per l'assessore Emmanuele.
DOVE SONO FINITI I FINANZIAMENTI PER I CENTRI STORICI?

Antonio Massaro ha detto...

Forse é meglio girare la domanda all'attuale giunta regionale guidata dal dittatore Loiero, che ha dirottato la quasi totalità dei fondi verso altre province.
L'elenco é disponibile sul sito della regione Calabria,aprite,leggete, e poi analizzate.
L'assessore Emmanuele ha presentato un ottimo progetto coadiuvata da validissimi luminari dell'università della calabria,l'unica pecca secondo me é stato il fatto di non avere un "santo" in quel di Catanzaro, come già detto in precedenza,in calabria non si valuta la fattibilità del progetto ma lo SPONSOR POLITICO!!!

La pazienza ha un limite ha detto...

Il raccogliticcio capitolino nonostante i suoi problemi urologici, fiata ancora.
Se non presta attenzione al suo alito pesante, questa volta potrebbe non cavarsela con una visita odontostomatologica o con una sceneggiata di piazza come è solito fare...........

Kanaruti ha detto...

La gotta è una malattia caratterizzata da attacchi di artrite acuta, causata al deposito di cristalli di urato dentro ed intorno alle articolazioni e ai tendini.
La gotta è associata infatti ad elevate concentrazioni di acido urico nel sangue. Questo composto deriva dalla degradazione delle purine, composti azotati assunti con la dieta in quanto presenti in alcuni alimenti, soprattutto in alcune carni e in alcuni pesci.
L'iperuricemia può essere causata da una eccessiva produzione di acido urico, da una insufficiente escrezione con l'urina di questa sostanza, o ad entrambi i meccanismi. Elevati livelli di acido urico non comportano necessariamente la gotta, che è dovuta ad un errore metabolico congenito, ereditario.
Esiste anche una gotta secondaria, che è una forma acquisita, e che può essere dovuta all'assunzione di farmaci (ad esempio certi diuretici) o a una dieta scorretta e a uno stile di vita sbagliato.
L'attacco di gotta è causato da una reazione infiammatoria ai depositi di urato, l'accrescimento continuo dei cristalli produce i classici tofi gottosi, responsabili dell'erosione articolare e della inabilità permanente. Nel tratto urinario l'acido urico può precipitare formando calcoli, quasi sempre presenti nei soggetti colpiti da gotta.

L'Amico Urologo ha detto...

La prostata o ghiandola prostatica è una ghiandola che fa parte dell'apparato genitale maschile dei mammiferi. La sua funzione principale è quella di produrre ed emettere il liquido seminale, uno dei costituenti dello sperma, che contiene gli elementi necessari a nutrire e veicolare gli spermatozoi.

La prostata differisce considerevolmente tra le varie specie di mammiferi, per le caratteristiche anatomiche, chimiche e fisiologiche. Una prostata umana in buona salute ha le dimensioni di una grossa castagna.
La prostata è collocata nella parte frontale del retto, circa 5 cm dopo l'ano, e parte di essa può essere toccata durante un esame rettale.
SE INVECE COME IN ALCUNI INDIVIDUI E' COLLOCATA A MENO DI CINQUE CENTIMETRI DALL'ANO ECCO LA PATOLOGIA:
"CHIURITO DI CULO",
QUINDI L'UNICA CURA E' FARSI I CAZZI DEGLI ALTRI NEL LIMITE DELLA DECENZA........O PRENDERLO IN QUEL POSTO UNA VOLTA PER SEMPRE NELLA SPERANZA CHE IL MALE REGREDISCA

Il Gazzettino ha detto...

Giunge notizia di un'improvviso blocco del servizio telefonico in quel di castrovillari causa eccessivo numero di chiamate intimidatorie e denigratorie nei confronti di chi si accinge a candidarsi nella prossima campagna elettorale,la domanda che quasi tutti in piazza si pongono é la seguente: e se qualche buontempone avesse registrato la telefonata,scattrebbero le denunce per diffamazione?

Bacco ha detto...

Solo nel paese dei balocchi si usano fondi pubblici per abbattere autorevoli figure istituzionali.
Quale cantina ci ha guadagnato?

Il Corriere dei piccoli ha detto...

Evidentemente la First Lady fà confusione tra la politica da fare "dal basso", e la bassa politica.
Pazienza i Civitesi sapranno cosa fare

Amaro del capo ha detto...

Ma ora verrò promosso? Diventerò un dirigente anch'io?

Un Lucano ha detto...

No, ti daranno la pistola

Distillerie riunite ha detto...

Dialogo AMARO
Sigh...!

Antonio Massaro ha detto...

L'aspirazione a ricoprire o mantenere una carica non autorizza alcuno dei partecipanti alle elezioni comunali all'utilizzo di metodi di pressione che fanno leva sui bisogni primari di una popolazione ridotta allo stremo.

Anonimo ha detto...

Ogni popolo ha il governo che si merita.

Un cittadino ha detto...

Vista la sua presente, egregio Massaro garantisce che lei non ha mai assicurato un posto di lavoro a qualche suo elettore prima e durante il suo mandato?
Eppoi sempre lei, egregio Massaro, garantisce che il suo gruppo di maggioranza non l'ha mai fatto, nè lo rifarà se rieletto?
Tanto per chiederle conto di quel bel politichese da lei esibito
(" ...metodi di pressione che fanno leva sui bisogni primari di una popolazione ridotta allo stremo...").

Concussione ambientale ha detto...

La concussione (dal latino concussio,-onis, derivato da concussus, participio passato di concutere, estorcere) è il più grave dei reati contro la pubblica amministrazione. È un reato proprio in quanto può essere commesso dal pubblico ufficiale o dall'incaricato di pubblico servizio. La condotta incriminata consiste nel farsi dare o nel farsi promettere denaro o un altro vantaggio anche non patrimoniale abusando della propria posizione. Tale condotta può esplicarsi in due differenti modalità: costrizione e induzione.

La costrizione è intesa nel senso di coazione psichica relativa, cioè essa implica la prospettazione di un male ingiusto alla vittima, la quale rimane tuttavia libera di aderire alla richiesta o di subire (eventualmente) il male minacciato.
L'induzione invece si realizza mediante comportamenti di sopraffazione del privato non direttamente riconducibili alla violenza psichica relativa (allusioni, silenzi, metafore) idonee a influire sul processo motivazionale del privato creando uno stato di soggezione psicologica. In questo contesto, la giurisprudenza negli ultimi anni ha creato la figura di "concussione ambientale" che si ravvisa qualora il privato è indotto a compiere dazione, più che da un comprovato comportamento induttivo del soggetto pubblico, dalla convinzione di doversi adeguare a una prassi consolidata, cioè la convinzione che quella dazione o promessa costituiscano i soli strumenti per ottenere un concreto agire degli organi amministrativi.
La concussione rientra certamente tra i reati di cooperazione con la vittima in quanto il comportamento della vittima è determinante ai fini della configurabilità della fattispecie, infatti qualora non avvenisse la dazione o la promessa il reato non si configurerebbe.

PER l'amico/a CONCUSSIONE AMBIENTALE ha detto...

Ti diverti a cercare le paroline su wikipedia?

ECCO il link per chi non sopporta i copioni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Concussione

Antnio Massaro ha detto...

A Civita come al solito si continua a spettegolare sulla vita privata della persone inventandosi di tutto e di piu'.
Anche a mille chilometri di distanza arriva l'eco delle chiacchiere di paese che ultimamente animano la piazza grazie ai soliti ben informati che, piuttosto di occuparsi della trave ( o le corna come preferite)che hanno nell'occhio, analizzano la pagliuzza negli occhi degli altri.
Anche se penso di far parte anche io di quelli che si divertono ad inventarsi episodi goliardici ed improvvisare commedie tutte civitesi, penso che sia arrivato il momento di dire basta a questi personaggi che camuffando con l'ironia alcuni episodi seminano cattiveria e maldicenze.
Qualcuno di quelli che parla sempre forse é davvero un ricogliticcio, e pensa che civita sia un'ospizio a cielo aperto, facciamo una colletta e imbarchiamolo sul primo pulmann della SIMET!!

Tè ha,tè pi e tè lìdhinj.... ha detto...

Chissà se la Signora/Signorina Emmanuele dopo averlo difeso l'ultima volta, oggi avrebbe lo stesso atteggiamento, visto che anche Lei come molti nel periodo natalizio è stata vittima di violenti attacchi personali e di un grande impegno da parte del raccogiticcio nella diffusione di notizie strettamente private e intime.
E tutte le persone che stanno con lui e che involontariamente vengono coinvolte, come la pensano?
Si potrebbero loro malgrado trovare in seri guai senza saperlo......ancora a Stefania, dico, che se vuole info sulle ultime certezze sputate dalla bocca della verità, basta chiedere..................

Il Santo bevitore ha detto...

Presto aprirà un nuovo locale....

BAR...COLLO, MA NON CROLLO.

Anonimo ha detto...

GRANDE ANTONIO MASSARO sei l'unico che mette nome e cognome nei suoi commenti.

Anche se fosse solo per questo ti ammiro.

saluti.
Felice De Bortol.

Servizi essenziali ha detto...

ADSL???????? Ancora come da anni a Civita, oggi, manca la linea telefonica in analogico, basta un temporale. Che pena.....

ENEL???????? La continuità di erogazione è un lusso.
Ci ho rimesso elettrodomestici e computer.

Chissà se tutti sti politici della minchia finalmente trovano una soluzione, o pensano solo ai cazzi loro.

Saggio ha detto...

Ma perchè ve la prendete tanto?
I S O L A T E L O
Ma chi l'ha mai visto in paese negli ultimi trent'anni.
Dopo il ritorno, il "figliol prodigo" si atteggiava da saggio e pensava di poter sedere alla destra dei giusti. E' già stato allontanato, ed ora è costretto a sedere alla mensa dei ragazzi ai quali la può raccontare.
Non può certo ingannare noi, avanti negli anni, perchè sappiamo chi è, da dove viene, e cosa ha o non ha fatto nella vita.
Mandatelo da dove è venuto anche se nutro seri dubbi che possa essere accolto dal focolare di famiglia, vista la sua scarsa condotta morale, della quale si vanta. Ma nelle grandi città ci sono strutture adeguate a raccogliere reietti della società che non meritano stima alcuna.
Isoatelo anche voi ragazzi perchè vi metterà nei casini, avete altro a cui pensare.

Anonimo ha detto...

Io al posto suo invece di parlare ankora, mi cospargerei la testa di cenere, chiederei scusa in ginocchio e seriamente, per poi sparire per sempre dalla circolazione nella confusione della grande metropoli.
In paese si mormora e molti concordono con chi è stato offeso.
Non so se altri avessero pazientato fino a qui. Se non avesse avuto a che fare con dei signori, che si limitano a una denuncia, avrebbe avuto ciò che si merita. VERGOGNATI in passato hai ataccato anke Mio fratello, ora sparisci.

Anonimo ha detto...

Fra qualche mese arriveranno le borgatare coatte a fare le "signore", e criticare tutto e tutti anke i loro amici. Ma se il paese non vi soddisfa perche non rimanete dove siete stati fino a qualche anno fà, Vi ricordate i casini in piazza a Ferragosto, non si è vergognato in mezzo alla folla a gridare con delle signore bene, per qualche pettegolezzo.
Che omino squallido

Anonimo ha detto...

MI TROVAVO IN PIAZZA UN PO' DI TEMPO FA' E HO VISTO UN AGRESSIONE VERBALE AD UN SERIO PROFESSIONISTA AL QUALE NON PUO' NEANCHE LUSTRARE LE SCARPE.
L'ONNIPOTENTE SEDICENTE LORD, CON METICCIO AL GUINZAGLIO, PER CULTURA ED INTELLIGENZA NON POTREBBE NEANCHE RIVOLGERGLI IL SALUTO A QUELLA PERSONA.

Anonimo ha detto...

Non rispondo a nessuna provocazione che riguardi la mia vita privata. Non difendo nessuno e tanto meno Massaro poichè credo non ne abbia bisogno. E' prevedibile che in una piccola comunità tutti i nodi vengano al pettine; la comunità è partecipe della vita di ciascuno di noi nel bene e nel male. Ci sono buoni e cattivi, così come discreti e ciarlatani, a Civita come a Milano. Vivere in mezzo agli altri significa dar conto anche degli altri. Vivere la propria vita e viverla operando delle scelte che non sempre corrispondono a quello che gli altri si aspettano e ritengono giusto o sbagliato, significa essere liberi. Ognuno vive secondo i propri canoni e le proprie misure. Chi se la sente di giudicare vuol dire che si ritiene migliore. Sono contenta per costui, ma lo biasimo perchè vive dietro ai vetri.
Stefania Emmanuele

Attendo il tramonto sulla vita ha detto...

Dietro ai vetri
che separano la sopravvivenza dalla libertà
non entra il sole di soppiatto
tra i ninnoli di falsi cristalli.

Umide le ore,corrose quasi come rocce,
dall'impertinenza delle abitudini
che dietro ai vetri riflettono ori,
quasi fossero conchiglie insabbiate.

E si fa grande il vuoto nella stanza
pur se le pareti innalzano perimetri
sulle fragili nudità nascoste
...dietro ai vetri.

Giungerà il tramonto di questo sole stanco
sulle trasparenze di mille parole
dettate dall'essenza che preme
e che disegna desideri e rimpianti,
dietro ai vetri.

Anonimo ha detto...

E' davvero deprimente leggere gli ultimi commenti, il momento si avvicina e a quanto pare il sindaco "uscente" ha raccattato gli ultimi sponsor, rabbrividisco per voi e per i prossimi cinque anni che vi attendono sommersi nel nulla; è incredibile che ancora oggi Antonio Massaro si senta di dire la sua su concussioni e roba varia e che la gente ancora lo stia ad asacoltare compreso i suoi parenti, io mi vergognerei...
inoltre il nostro ass. S. E. dice di voler vivere come più gli pare ma se vuole può stare in un isola deserta poichè c'è una bella differenza nel sentirsi liberi in una società e fregarsene di tutto e di tutti; poichè in questi cinque anni ha lavorato nella sua isola senza coinvolgere nessuno con la scusa che a Civita non c'è nessuno di abbastanza acculturato quanto lei, io credo che la malattia di cui soffra sia un arroganza e una superficialità senza limiti, ben per voi che l'avete voluta perchè vi sc hernisce chiamandovi ignoranti e nessuno reaglisce, finchè non pesta i piedi a qualcuno che è in grado di darle pane per i suoi denti....tornate a vivere nella tua isola...e chiedo scusa possibile che nessuno si è chiesto come mai non si ricandida?Qui gatta ci cova, chi vuol intendere...

Accorto osservatore ha detto...

State prendendo Fischi per Fiaschi.

Leggete attentamente i commenti nella sequenza, e date la giusta interpretazione.
Lasciate un pò in pace Massaro e Stefania che non sono candidati e vivono la loro vita senza dare fastidio a nessuno.
Altrimenti devo credere che siete veramente tarati.
Possibile che non vedete il vero male? Perchè sparare sempre sulle stesse persone,anche quando non hanno un ruolo, fate le battaglie giuste, altrimeti fate la fine di Don Chisciotte che combatteva cntro i mulini a vento.

Un amico Prealpino

Hai ragione ha detto...

Hai ragione, tra l'altro l'ex vice Sindaco Massaro era un amministratore simpatico e capace di parlare oon la gente, così come Stefania Emmanuele è una donna capace di fare e di comunicare, non è colpa sua se alcuni non capiscono cosa sia importante per il paese.
Bene, parliamo invece di chi c'è e di chi si ricandida.

Caro LINO MANNA attuale vice sindaco, purtroppo non si può dire altrettanto di te, in quanto a simpatia e capacità di comunicare, ma non è una colpa.
Ti voglio invece chiedere, pacatamente e serenamente, senza farti arrabbiare, di dare risposte ai cittadini in merito all'incarico della tua signora presso lo sportello linguistico. Ti giuro che la mia non vuole essere una provocazione elettorale, anche perchè non è un segreto ma è una verità. Quindi quale migliore occasione di questa tornata elettorale, per salire sul palco è raccontare perchè lei e non altri, sicuramente avrai ragione a raccontare la tua limpida e trasparente verità, che ti permetterà di riscuotere consensi senza che nessuno possa pensare a niente di male. E' un dovere non puoi più tacere.

Al caro VITTORIO BLOIS che è il minore dei mali, vista la situazione, chiedo di amministrare nei prossimi cinque anni con più serenità, parlando con la gente per tutto il mandato ed evitare di chiudere a tutti a favore del suo clan familiare ed amicale.
Sarebbe ora che parenti ed amici la smettessero di fare riunioni e pettegolare negli esercizi di famiglia o di qualche consigliere.
Ti rendono antipatico.
Abbi il coraggio di affrontare il programma presentato l'ultima volta e confrontati con i cittadini. Ricorda ai tuoi assessori che l'incarico è nominale e che le mogli non hanno titolo ad intervnire nelle questioni amministrative, anche perchè quest'anno ci sarà una grande stagione olearea.
La campagna elettorale sarà dura, non ti verrà scontato niente e solo se avrai il coraggio i rispondere con serenità alle legittime richieste, riconquisterai la popolarità persa in questi anni.
Il SINDACO HA UN RUOLO PRECISO. AUGURI DI BUON LAVORO

La cicogna ha detto...

Come potrà una neo mamma fare il Sindaco?
Non vorrà mica farsi sostituire dal marito ex consigliere di minoranza assente per cinque anni..
O da una vice già ex First Lady ....?

Attenti ai giochini sporchi

Anonimo ha detto...

Questo paese è pieno di vipere avvelenate a cui dovrebbero tagliare la testa....

La Primavera avanza.... ha detto...

Il sole non le ha ancora scaldato per bene le vipere.....ma il caldo si avvicina

La Lista ha detto...

LA SIP.......IL RITORNO AL FUTURO E UNA VENTATA DI FRESCO PROFESSIONALE
W I GIOVANI

Al futuro Vice Sindaco ha detto...

AUGURI ANTONIO VAVOLIZZA

Lievito e Farina ha detto...

La sua grande esperienza politica e impegno sociale glì permetterà sicuramente di dare un grande contributo al paese per una svolta definitiva verso il baratro

Anonimo ha detto...

aaahhh come godo con questi pettegolezzi... continuate cosiiiii

In Italia e nel Mondo è così ha detto...

SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILE URBANO - NORME GENERALI DI CONDOTTA

Il personale deI Vigili Urbani deve avere, in servizio, un comportamento improntato alla massima correttezza, imparzialità e cortesia e deve mantenere una condotta irreprensibile, operando con senso di responsabilità, nella piena coscienza delle finalità e delle conseguenze delle proprie azioni in modo da riscuotere la stima, la fiducia ed il rispetto della collettività, la cui collaborazione deve ritenersi essenziale per un migliore esercizio dei compiti istituzionali, e deve astenersi da comportamenti o atteggiamenti che arrecano pregiudizio al decoro dell'Amministrazione e del servizio.
Il personale dei Vigili compreso il comandante è tenuto al rispetto ed alla massima lealtà di comportamento nei confronti dei superiori, colleghi e dipendenti.
Nello svolgimento delle succitate funzioni devono perseguirsi criteri di massima efficienza e di uniformità, tenuto conto delle specifiche esigenze.

Detto personale, proprio per la peculiarità dei compiti e funzioni ad esso attribuiti dalla Legge, deve tenere costantemente e ovunque contegno e modi corretti anche quando si trova fuori dal servizio e mantenere il segreto circa gli affari trattati o i fatti di cui siano venuti a conoscenza per ragioni d'ufficio.

Antonio Massaro ha detto...

Mancano soltanto 4 ore alla presentazione delle liste, finalmente sapremo se tutto il malcontento popolare , piu' volte riportato su questo blog, era veramente tale.
Nel frattempo mi congratulo con il Sindaco e tutti i componenti della lista "Civita domani" per l'ottimo lavoro svolto.

Anonimo ha detto...

Dei nuovi, a parte Vavolizza e De Salvo,il resto è "CIARPAME" RIEMPITIVO. E' gente che non conosce Civita non ha mai fatto politica,e non si è mai impegnata nella vita sociale.
Nulla da dire su Rugiano, ma certo non è il nuovo.

Anonimo ha detto...

dal grande Giorgio Gaber
"Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza
e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,
con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo
e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia."
S.Emmanuele

Swiss 007 ha detto...

Ed ora caccia aperta al disertore o al salvatore come preferite, ha inizio la Civita Spy Story.ahahahahah

Un distratto osservatore ha detto...

Che il Maestro stia aspettando l'uscita delle liste per scrivere la sua? ah, ma la lista è già uscita ieri..

Uno che ci credeva ha detto...

I banchetti non sono serviti a nulla purtroppo anzi hanno condannato qualche commensale piano di entusiasmo e capacità.

Delegato INPS ha detto...

Ma Mario Gaetani che fine ha fatto?Forse da buon democristiano voleva stare con un piede in due scarpe?

Maestro ci manchi ha detto...

Il Maestro da quando frequenta l'ufficio di presidenza dell'ente parco ci ha abbandonati, prima non avendo molto da fare girava munito di taccuino e prendeva nota, ora,lo si vede solo in quel di rotonda (pz), avrà aperto un blog in qualche "loscio" lucano?

Anonimo ha detto...

mi sa che ci hai azzeccatto in pieno è solo in quel di ppotenza .....