PIANETARBERESH

Discussione libera in libero mondo

giovedì 21 febbraio 2008

anonimato degli autori

L'anonimato degli autori e collaboratori di questo blog è una scelta politica e non una forma di vigliaccheria. Perchè in alcune circostanze è meglio rimanere nell'anonimato per evitare ritorsioni di qualsiasi genere in seguito al sollevamento di problemi, quesiti, esigenze che il Potere politico di qualsiasi colore non ama che si svelino gli altarini.
Questo, un tempo era compito dell'opposizione - sempre di qualsiasi colore politico - sollevare e portare all'attenzione della comunità nefandezze o anche semplici e piccole manchevolezze dovute più che altro alla pigrizia degli operatori interessati a risolverli.
Oggi dato che a Civita l'opposizione politica non esiste più. Si è dissolta come neve al sole, e siccome i problemi si avvertono, ecco la nascita di un diario in rete che pungoli gli amministratori.
Per cui e per l'ultima volta ribadiamo che questo blog non ha intenzione di attacare nessuno e in nessun modo. Ha solo la voglia di dire la propria e quindi a nostro avviso i soggetti istituzionali interessati devono - ripetiamo - devono rispondere. E' un loro dovere. Sbaglia l'assessore alla cultura ad essere d'accordo con coloro che pensano che non sia il caso di rispondere agli anonimi.
Non si risponde solo se gli anonimi sono scellerati o pazzi e quindi fanno perdere tempo....
In questo diario nessuno vuol far perdere tempo a nessuno, tanto meno agli amministratori che sono chiamati a guidare la comunità con tutte le difficoltà che incontrano quotidianamente...
Per questo chiediamo che se non hanno scheletri negli armadi non costa nulla dire la propria anche sulle critiche più forti.
Auguri a tutti di buon lavoro , nei rispettivi ruoli!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

cari concittadini, finalmente abbiamo scoperto il modo per poter dare voce a tutti, il blog è un segno di grande democrazia, coloro che amano la discrezone di solito si pensa che siano persone che hanno poco da esprimere, invece questo nuovo modo di esprimersi dà l'opportunità a tanta gente di tirare fuori i propri pensieri, che spesso sono molto più validi di coloro che presidiamo la nostra amata Piazza Municipio.
Per quanto riguarda il centro visite, perchè non lo si adibisce a luogo di aggregazione dove la comunità può ritrovarsi per le più disparate manifestazioni.
p.s. Caro maestro perchè non discutiamo un pò sull'immobilismo della nostra amministrazione comunale, per quanto riguarda il digital-divide (adsl assente, digitale terrestre assente ecc.)che ci rende paese da terzo mondo.
Ciao da Gollum.

Anonimo ha detto...

Ciao da Gollum, volevo ricordare a tutti, per quanto riguarda il digital-divide, che San Lorenzo Bellizzi paese logisticamente svantaggiato usufruisce dei servizi adsl dalla primavera 2007

L'ASSESSORE ALLA CULTURA ha detto...

PETIZIONE INVIATA OGGI 24 FEBBRAIO A TUTTI I CONSIGLIERI EGIONALI E PROVINCIALI E ALLA STAMPA

"Illustri consiglieri provinciali e regionali
Illustri Presidenti e Assessori
Vi scrivo in qualità di assessore alla cultura e al turismo
in nome della comunità di Civita (Cs)
in nome di un diritto di comunicazione VIOLATO
E' dall'inizio del nostro mandato che abbiamo percorso ogni iter lecito per poter avere anche a Civita la linea ADSL,
ma nessuna risposta certa, nessun cenno di volontà da parte della Telecom. Sembra che l'Anti Digital Divide sia a beneficio di pochi e non dovere di democrazia e diritto di tutti i cittadini.
Non so più che risposte dare alla comunità che in questi casi è pronta ad accusare di pigrizia o disinteresse l'Ente pubblico.
Civita è un paese visitato da circa 12MILA TURISTI L'ANNO, numerosi gli imprenditori locali che investono in strutture ricettive e indefinite le richieste di risoluzione di un problema che nell'epoca di una comunicazione mass-mediale è vergognoso dover ancora menzionare.
Possiamo passare sopra sul fatto che alla BIT vengano rappresentati comuni che di turismo non ne conoscono neanche l'ombra, ma si trovano lì sempre per questioni di bandiera politica e, invece, comuni che compiono quotidianamente enormi sforzi per sviluppare culturalmente e socialmente il proprio territorio restano all'ombra delle attenzioni provinciali e regionali solo perchè non utilizzano un linguaggio "do ut des". Ma vi assicuro che Civita è conosciuta in tutta Italia e in Europa (basterebbe farsi un giro on-line, grazie alle competenze e all'impegno di pochi (assessori locali e gente comune che comune non è). Vi chiedo - bando alle polemiche e perdonate lo sfogo - di impegnare le Vs energie nella conquista di un diritto apparentemente banale - DATECI LA LINEA ADSL!
Non capisco come mai i comuni confinanti a Civita (Castrovillari, Frasconeto, Cassano, Francavilla marittima, cerchiara di calabria e ... persino la piccola San Lorenzo Bellizzi) ce l'hanno e noi no. Sembra uno scherzo paradossale.
Pubblicherò la presente su tutti i quotidiani locali e online.
Daremo la cittadinanza onoraria al primo consigliere che ci darà una risposta".

L'ass.re alla Cultura e al Turismo
dr.ssa Maria Stefania Emmanuele
COMUNE DI CIVITA
87010 CS

RISPOSTA RICEVUTA- QUASI IN TEMPO REALE - DAL CONSIGLIERE REGIONALE R. OCCHIUTO:
Gentilissima dottoressa,
ho letto la Sua mail e concordo con Lei che è scandaloso che non sia ancora attivata l'adsl nel Suo Comune ed in molti altri della nostra regione. Sopratutto in quanto a ciascuno dovrebbe essere chiaro che lo sviluppo non può prescindere dall'infrastrutturazione immateriale e che la Calabria dovrebbe puntare proprio sulle nuove tecnologie per evitare di accumulare, anche nei nuovi settori, le stesse diseconomie già consolidate nei settori tradizionali.
Le assicuro che, pure nella mia funzione di oppositore, segnalerò al più presto la questione al competente Dipartimento della Giunta regionale ed alla Telecom.
La ringrazio per la segnalazione e le auguro buon lavoro.
Roberto Occhiuto

Anonimo ha detto...

A noi non interessa una risposta di circostanza di un consigliere regionale per giunta di opposizione. A noi interessa chi si adopera fattivamente per risolvere il problema... speriamo presto... perchè senza ADSL non si va da nessuna parte.
Un saluto da Antonio

Anonimo ha detto...

Le parole non supportano i fatti, la nostra amministrazione durante la campagna elettorale, sbandierava ai quattro venti il fatto di essere al di sopra di qualsiasi restrizione partitocratica, benissimo, se non si dovesse amministrare una comunità.I nodi vengono al pettine, non avendo nessun referente politico la nostra giunta in quattro anni non ci ha regalato nessuna opera, nessuna iniziativa che ci faccia vivere meglio il nostro paese. Ci viene da pensare ai vecchi amministratori che passavano le notti nelle anticamere delle segreterie, per ottenere qualche soldo da spendere per il bene della collettività. L'amministratore deve far sentire tutto il peso della comunità nella sua persona, trasferirlo ai suoi interlocutori in questo caso: consiglieri provinciali, consiglieri regionali, deputati, senatori, dirigenti di grandi aziende. Se si è scelto di mettersi in gioco, bisogna tirare fuori la grinta, urlare in piazza è facile, ma dove si devono battere i pugni sul tavolo lo è un pò di meno. Prendiamo come esempio la vicenda ADSL, non è possibile che Civita sia rimasto l'unico paese del circondario senza servizio, mi viene da pensare che la vicenda è stata gestita con molto disinteresse, basta vedere che genere di iniziativa è stata presa da una amministratrice dopo la denuncia su questo blog. Con lettere aperte non si risolve nulla, bisogna muovere le chiappe, recarsi alla regione e attaccarsi dietro la porta dell'assessore alle infrastrutture fino a quando non si arriva ad un risultato concreto.
Ciao da Gollum!!

stefania emmanuele ha detto...

E' facile dall'altra parte della cosa pubblica replicare diritti! Auguro a voi "commentatori" di assumere un giorno il ruolo di amministratori per toccare con mano quali e quanti problemi bisogna quotidianamente affrontare e possibilmente risolvere come amministratori. Non siamo noi ad essere sordi - la sordità - per cose di interesse pubblico è divenuto un problema nazionale. Smettetela con queste polemiche sterili. Battete i pugni anche voi (e non solo la tastierina di un computer) che siete quelli che votano e scelgono chi deve rappresentarli! Il problema ADSL è un problema di tutti anche di chi amministra. Se volete essere a conoscenza dei passi che un ente fa per rispondere ai bisogni sociali dovete avere l'onestà di apprezzare anche i piccoli passi, di partecipare alle scelte in maniera propositiva e di unirvi alla lotta per la conquista di diritti collettivi. Altrimenti non meritate nè il pubblico confronto nè quello che avete Voi aperto in questo blog.
Per quel che mi riguarda - sono stata fin troppo assertiva nei confronti di GOLLUM che non mi dice niente - CHI è'? - e COMPANY...
SE volete risposte lecite c'è un edificio che si chiama COMUNE creato anche per pubblici consessi.
Invece di stare a casa a scaldare la sedia, a spiare e inquisire senza vivere attivamente la realtà che vi circonda, date dignità alla vostra esistenza e fate anche voi qualcosa.

Anonimo ha detto...

Caro Assessore Emanuele, quando si diventa personaggi pubblici, quando la gente investe sulla tua persona sulle tue capacità, quando ti eleva al di sopra degli altri per la carica che ti permette di ricoprire. Devi aspettarti anche dei giudizi, e non sempre sono in linea con quelli che vorresti ascoltare, il contrdditorio e pratica molto diffusa nel nostro paese, si dà merito di ciò che si fa di positivo ma bisogna anche accetttare le critiche, che oggi giorno sono molto soft, rispetto a quelle che subivano illustri tuoi predecessori. Il mezzo che si è scelto, vale a dire il blog, per commentare la vita quotidiana del nostro paese mi sembra molto democratico e pluralistico. Vorrei anche specificare che Gollum è una persona fisica, non una company. Perchè a differenza di quel che si pensi a Civita c'è ancora gente in grado di esprimere pensieri.
P.S. Non voglio che si pensi che voglio attaccare indistintamente l'operato amministrativo, mi è capitato di commentare qualcosa che la riguardava e mi sono sentito di dare un giudizio. vorrei dare anche atto della buona intuizione, tornando ad un altro argomento del blog,di spostare l'aquila, della buona iniziativa, che qualcuno ha bocciato, di trovare i fondi per preservare il folk arberesh. Solo per citare alcune delle ultime buone iniziative.
Caro Assesore, hai chiesto aiuto alla popolazione?
Allora fai da traino e coinvolgi tutti, lascia la scia e la gente allora ti seguirà.
Ciao Gollum.